15 aprile 2018

Ue estende le sanzioni contro l’Iran



Il Consiglio dell’Unione europea ha esteso ieri di un altro anno fino all’aprile del 2019, le sanzioni imposte all’Iran sulle presunte violazioni dei diritti umani. Le sanzioni includono congelamenti di beni e restrizioni di viaggio contro 82 persone e un’entità.

La mossa dell’Ue arriva quando il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha fissato una scadenza per il 12 maggio per “sistemare” quelli che definisce “i terribili difetti” dell’accordo nucleare del 2015, altrimenti si rifiuterebbe di rinunciare a una serie di restrizioni contro l’Iran che erano state revocate sotto il Jcpoa (Joint Comprehensive Plan of Action).
Le nuove sanzioni Usa

Lo scorso mese, il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha imposto delle sanzioni a dieci entità iraniane e ad una società con sede in Iran. Queste restrizioni sono state imposte con il pretesto di ciò che si pensa sia parte delle misure distruttive adottate nel cyberspazio e nei crimini informatici.

Il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha accusato 10 entità iraniane di sabotare le transazioni commerciali americane, plagiando proprietà intellettuali e informazioni da dozzine di università e centri accademici statunitensi, conclude il rapporto.

di Redazione

Facebook Seguimi