13 gennaio 2018

Quali sono i Paesi con più immigrati?


In tutto il mondo sono 258 milioni le persone che hanno lasciato i loro Paesi di nascita (la popolazione mondiale ammonta a circa 7,5 miliardi), con un aumento del 49% rispetto al 2000, quando erano 173 milioni, e del 18% rispetto al 2010, quando se ne contavano 220 milioni. Due terzi di questi emigranti vive nel 2017 in appena venti Paesi.

L’Italia si trova all’undicesimo posto delle nazioni ospitanti con 5,9 milioni di stranieri, un numero quasi triplo rispetto al 2000.

Ecco, secondo la ricerca condotta dalle Nazioni Unite, la classifica dei Paesi con più immigrati al mondo.
Le nazioni con più immigrati al mondo

Il Paese al mondo che ospita il numero più elevato di immigrati sono gli Stati Uniti (50 milioni), poi Arabia Saudita, Germania e Russia ne ospitano ciascuno attorno ai dodici milioni. Segue la Gran Bretagna con 9 milioni.


L’Italia è all’undicesimo posto (dietro anche a Emirati Arabi, Francia, Canada, Spagna) con 5,9 milioni di migranti che vivono stabilmente sul territorio nazionale. Decisamente in aumento, erano 2,1 milioni nel 2000, ma di certo non si può parlare di una invasione di immigrati.


Dai dati emerge che oltre il 60% di tutti i migranti internazionali vive in Asia (80 milioni) ed Europa (78 milioni). Nel Nord America se ne contano 58 milioni, in Africa 25.

I Paesi con più rifugiati

Di questi 258 milioni, nel 2016 il numero dei rifugiati era di 26 milioni, con la Turchia che ne ospita il numero maggiore, 3 milioni, a causa soprattutto della guerra in Siria e dell’instabilità che si sta vivendo in un po’ tutto il Medio Oriente.

Poi c’è il Pakistan, il piccolissimo Libano, l’Iran, l’Uganda, l’Etiopia, la Giordania, la ricca Germania è solo ottava (478.600) seguita dal poverissimo Congo.


Nonostante sia per molti primo Paese di arrivo, e nonostante i numeri siano in crescita, l’Italia rimane agli ultimi posti in Europa per incidenza dei rifugiati sulla popolazione totale (2,4 ogni mille abitanti). Immaginate di mettere in fila mille persone: solo due di esse sono rifugiati.

Immigrati, le nazioni di partenza

Tra le nazioni di partenza, che hanno prodotto quindi un maggior numero di immigrati, troviamo l’India(16 milioni di emigrati) Messico (12 milioni), Russia e Ucraina (17 milioni), Cina (10 milioni), Bangladesh (7 milioni), Pakistan (6 milioni) e Siria (5 milioni).

Facebook Seguimi