30 aprile 2017

Houthi: “Stati Uniti e Israele due facce della stessa medaglia”


Il Leader del movimento Houthi Ansarullah dello Yemen, Abdul-Malik al-Houthi Badreddin, ha dichiarato che gli Stati Uniti e il regime israeliano sono due facce della stessa medaglia e insieme cercano di distruggere lo Yemen attraverso una brutale campagna militare lanciata dall’Arabia Saudita.

Nel corso di una video conferenza, Houthi ha dichiarato domenica che gli Stati Uniti, Israele e i loro alleati stanno cercando di imporre i propri valori su nazioni della regione, aggiungendo che i nemici vedono il popolo yemenita ostile ai loro interessi nella regione.

“I Paesi indipendenti nella regione dallo Yemen alla Siria, al Libano e l’Iraq sono considerati canaglia dal punto di vista americano, e la simpatia per gli oppressi in questi Paesi è vista come un crimine”, ha riferito al-Houthi.

Il leader yemenita ha anche osservato che la collusione nelle atrocità commesse contro il popolo yemenita non è un problema agli occhi dei leader americani, ma quando le forze oppresse e indipendenti cooperano tra loro, per gli Stati Uniti diventa un crimine. Egli ha invitato tutti gli yemeniti a stare uniti contro gli aggressori e difendere il loro Paese.

“Quando qualcuno dice Israele è una minaccia per la nostra nazione, gli Usa e i suoi alleati affermano che sono sostenitori dell’Iran, e con l’aiuto di questa falsa giustificazione, essi (Washington e gli alleati) prendono di mira coloro che non accettano l’adozione di un atteggiamento ostile verso l’Iran”, ha aggiunto il leader yemenita.

Egli ha anche affermato che l’unico peccato commesso dall’Iran, dal punto di vista degli Stati Uniti, è che si è liberato dall’essere un Paese fantoccio grazie alla Rivoluzione islamica del 1979. Houthi ha riferito che la nazione yemenita, compresi tutti i ceti sociali, dovrebbero aumentare la loro consapevolezza degli sviluppi regionali e usarla come strumento per combattere la propaganda statunitense contro il Paese arabo. L’ignoranza, ha aggiunto, rende le persone un facile bersaglio per gli Stati Uniti e i sionisti.

Houthi ha dichiarato che solo gli yemeniti possono decidere il loro futuro e gli affari interni del loro Paese, e nessun altro Paese od organizzazione, anche le Nazioni Unite e la Lega Araba, possono imporre le loro cosiddette soluzioni alla crisi in Yemen.

Il leader sciita ha ribadito che la Resistenza della nazione yemenita contro gli attacchi incessanti da parte del regime di Riyadh è stata profondamente radicata negli ordini religiosi e ha lo scopo di salvaguardare la sovranità nazionale e la libertà.

di Redazione
Posta un commento

Facebook Seguimi