01 febbraio 2017

ELEZIONI IN OLANDA: DESTRA NAZIONALISTA DI WILDERS IN TESTA E ORA HA UN NUOVO ALLEATO, CHE HA BATTUTO LA UE SULL'UCRAINA



LONDRA - Probabilmente nessuno ha mai sentito parlare di Thierry Baudet e la cosa non deve sorprendere, visto che nessun mezzo di informazione - in Italia - ha mai parlato di lui.

Se noi abbiamo deciso di interrompere questa censura mediatica su tale personaggio e' perche' questo signore potrebbe ben presto non solo essere l'ago della bilancia della politica olandese, ma potrebbe anche distruggere l'Unione Europea.

Baudet infatti e' il leader di Forum for Democracy, un partito che si oppone all'establishment olandese e europeo e se il 15 Marzo ottiene abbastanza voti ecco che potrebbe formare una coalizione di governo col Freedom Party di Geert Wilders e far uscire l'Olanda dalla UE.

Il 15 marzo 2017, sarà il turno dell'Olanda andare al voto e saranno 13 i partiti in lizza, ma nella sostanza saranno solo due: il Partito della Libertà dell'ultra-euroscettico e antislamico, Geert Wilders, che ha definito l'elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti "una vittoria storica, una rivoluzione!". Dall'altra, Mark Rutte, conservatore e Primo ministro dal 2010. Al momento Wilders e' in testa ai sondaggi ma nessun partito vuole allearsi con lui tranne il Forum for Democracy e per tale motivo Baudet sta attirando l'attenzione di tutti gli osservatori politici olandesi. Wilders con il suo programma di uscita dall'Unione europea, rappresenta una minaccia per le oligarchie di Bruxelles. Wilders ha detto più volte di essere favorevole a una Nexit (che significa Netherland exit) e ha annunciato che se vincerà proporrà un referendum in tal senso il prima possibile.

Il trentaquattrenne Baudet, giornalista ed ex professore universitario, in una intervista rilasciata al Sunday Times ha dichiarato che non condivide le posizioni anti islam di Wilders ma e' prontissimo a formare una coalizione col suo partito perche' entrambi vogliono che l'Olanda lasci l'Unione Europea prendendo come esempio la Gran Bretagna e lavorando per creare una nuova alleanza tra le due nazioni.

Baudet e' diventato famoso lo scorso anno quando il suo Centro Studi ha organizzato con successo una campagna referendaria contro il trattato europeo avente come oggetto la creazione di legami piu' solidi con l'Ucraina e la vittoria di questo referendum - che è stato un formidabile colpo contro la Ue arrivato dall'Olanda, ricorderete - lo ha spinto a trasformare il suo Centro Studi in un partito politico che potrebbe raccogliere giusto quel numero di voti necessari a Wilders, alleato, per salire al governo dell'Olanda e farla uscire dalla Ue.

Ovviamente prima delle elezioni tante cose potrebbero accadere, ma per ora e' bene tenere d'occhio questo signore perche' potrebbe entrare nella storia come una delle persone che hanno abbattuto la tirannide dell'Unione Europea.

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra
Posta un commento

Facebook Seguimi