01 febbraio 2017

DEUTSCHE BANK SOTTO INCHIESTA NEGLI STATI UNITI E GRAN BRETAGNA PER RICICLAGGIO INTERNAZIONALE (GIA' 630 MLN DI MULTA)


L'Autorita' di condotta finanziaria del Regno Unito (FCA in sigla) ha multato oggi Deutsche Bank per oltre 200 milioni di dollari per la struttura "inadeguata" del controllo anti-riciclaggio nel periodo 2012-2015. E' quanto si legge in una nota della stessa FCA resa pubblica. "L'Authority di condotta finanziaria FCA - si legge - ha multato oggi Deutsche Bank AG per 163.076.224 sterline per aver fallito nel mantenere un'adeguata struttura di anti-riciclaggio nel periodo tra il 1 gennaio 2012 e il 31 dicembre 2015". FCA ha detto che la multa e' stata "la piu' grande sanzione pecuniaria mai imposta per mancanze di controllo anti-riciclaggio" da parte del regolatore e del suo predecessore, la Financial Services Authority.

"Come conseguenza della sua struttura di controllo anti-riciclaggio inadeguata - spiega ancora la nota -, Deutsche Bank e' stato utilizzato da clienti non identificati per il trasferimento di circa 10 miliardi di dollari, di origine sconosciuta, dalla Russia a conti bancari off-shore in un modo che e' altamente evocativo di reati finanziari". L'Authority ha contestato che alla controllata Deutsche Bank Mosca e' stato permesso di eseguire oltre 2.400 operazioni finanziarie che hanno permesso il trasferimento di oltre 6 miliardi dollari dalla Russia a conti esteri. Mark Steward, dirigente di Fca, ha definito queste infrazioni "semplicemente inaccettabili".

E non è finita.

Deutsche Bank patteggia con le autorita' di controllo finanziario di New York il pagamento di 425 milioni di dollari, compiendo il primo passo per risolvere la causa con la quale e' accusata di aver aiutato ricchi russi a riciclare miliardi di dollari. Secondo l'accusa i dipendenti di Deutsche Bank hanno aiutato cittadini russi a spostare fuori dal loro paese 10 miliardi di dollari dal 2011 al 2014. E questo è solo l'aspetto "civilistico" della vicenda che vede Deutsche Bank sotto inchiesta negli Stati Uniti per il gravissimo reato di riciclaggio internazionale.

Le indagini penali proseguono per accertare se i controlli interni alla banca abbiano fallito nell'individuare lo schema di riciclaggio, oppure se siano complici. Deutsche Bank si appresta a subire conseguenze giudiziarie pesantissime, perchè se fosse provato in aula di tribunale in Usa che effettivamente le colossali operazioni di riciclaggio finite nel mirino delle autorità americane (e inglesi) non sono avvenute perchè i meccanismi interni di controllo che avrebbero dovuto agire per impedirlo non hanno funzionato, ma viceversa perchè la banca era a conoscenza ed è quindi stata autrice consapevole del riciclaggio, allora potrebbe essere chiusa, con la cancellazione della licenza bancaria non solo a livello americano, ma mondiale.

Un caso simile avvenne a cavallo degli anni Ottanta e Novanta del secolo scorso e riguardò la famigerata BCCI - Banca di Credito e Commercio Internazionale - guidata dal finanziere pakistano Abedi. Venne smatellata in tutto il mondo.

Redazione Milano
Posta un commento

Facebook Seguimi