12 dicembre 2016

Siria, la UE offrirà denaro ad Assad in cambio di provincie autonome per al Qaeda


L’Unione Europea pur di non perdere l’appoggio economico dei petroldollari dei paesi del Golfo, da prova di vero cinismo. Il giornale britannico The Times informa che la UE è arrivata a progettare di offrire una enorme quantità di denaro ad Assad pur di conservare indipendenti la provincia di Idlib ed altre località minori in mano ad al Qaeda ed agli estremisti radicali islamici.

La rete televisiva britannica ITV riferisce che l’Alto Commissario per gli affari esteri Mogherini durante una conferenza a Roma, ha fatto questa dichiarazione:”Sono convinta che con la caduta di Aleppo non finirà la guerra“. Il perchè di questa convinzione è presto spiegata. Non si tratta di un recepimento di come stanno andando le cose ma come si vuole che esse vadano . Il che, tradotto, vuol dire: la UE avendo esaurito ogni modo per aiutare le bande jihadiste, ora ha deciso che cercherà di prolungare la guerra usando ogni mezzo, anche il denaro.

Il piano è stato svelato dal giornale inglese The Times, nell’articolo “EU offers cash to Assad regime for Syria peace deal“, che recita:

” “L’UE sta offrendo un sostegno finanziario per una Siria ancora governata dal presidente Assad, in un ultimo tentativo di mantenere l’influenza occidentale nonostante il risultato della guerra“.”

Nell’articolo viene riferito esplicitamente che Federica Mogherini, ha messo in atto nuove proposte indirizzate ai leader dell’opposizione in una riunione di due settimane fa, con un’offerta di aiuti. L’Alto Commissario per gli affari esteri della UE – secondo The Times – sta cercando di fare in modo che le sacche ribelli rimangano ancora in vita con il sostegno della UE e che all’uopo, siano riconosciute alcune provincie ancora in mano ai ribelli, come ‘indipendenti’.

Secondo The Times, la Mogherini presenterà un piano UE secondo il quale, se le parti si metteranno d’accordo, sarà devoluta loro una enorme somma di denaro. Il giornale riferisce che “Lo schema delle proposte è stata confermato da diplomatici europei”. In sostanza, sarà offerto danaro al governo siriano per rinunciare alla vittoria totale che si fa sempre più vicina e realistica, in cambio di riservare alcune provincie come Idlib, ad Al Qaeda ed affini.

Questa è la nuova politica europea per la Siria, contenti di un’Europa così?

Posta un commento

Facebook Seguimi