26 novembre 2016

Il Parlamento Europeo approva (nel silenzio dei media) la risoluzione che apre la strada all’esercito europeo


DIFESA COMUNE: GLI EURODEPUTATI CHIEDONO ANCHE LA CREAZIONE DI UN QUARTIERE GENERALE PER LE FORZE MULTINAZIONALI.

L’esercito dell’Unione europea presto potrebbe diventare realtà. Il Parlamento europeo, oggi, ha approvato una risoluzione sulla difesa comune che va proprio in questa direzione. Il testo sull’Unione europea della difesa è stato approvato con 369 voti a favore, 255 voti contrari e 70 astensioni.

Nella risoluzione gli eurodeputati propongono di destinare il 2% del PIL alla difesa, di creare forze multinazionali e un quartiere generale operativo Ue per pianificare il comando e il controllo delle operazioni comuni. Quest’ultimo aspetto dovrebbe consentire anche all’Unione di agire laddove la NATO non sia disposta a farlo.

Secondo il Parlamento europeo, il terrorismo e le minacce ibride, l’insicurezza informatica ed energetica, costringono i Paesi Ue a intensificare i loro sforzi nel campo della sicurezza e della difesa, aprendo così la strada a un’Unione europea della difesa.

La risoluzione invita inoltre il Consiglio europeo a promuovere la creazione di “una politica di difesa comune a livello dell’Unione e a fornire ulteriori risorse finanziarie per assicurarne l’attuazione”.

Nell’attesa di un esercito comune, è in arrivo anche un quartiere generale per le forze multinazionali.

Posta un commento

Facebook Seguimi