17 settembre 2016

Telefonino sequestrato a scuola, la madre si presenta con l’avvocato


Sta facendo il “giro di internet” la vicenda raccontata dal sindaco di Forlì Roberto Balzani sulla sua pagina Facebook. In tanti ci vedono il deterioramento delle relazioni sociali ed in particolare delle figure educative.

Sta facendo il “giro di internet” la vicenda raccontata dal sindaco di Forlì Roberto Balzani sulla sua pagina Facebook. In tanti ci vedono il deterioramento delle relazioni sociali ed in particolare delle figure educative, con il contrasto ormai frequente tra genitori e insegnanti, deleterio per gli adolescenti.

Il caso riferito riguarda il giovane alunno di una scuola media di Forlì sorpreso dall’insegnante mentre guardava foto hard sul cellulare. Come punizione, il docente si fa consegnare il telefono, chiedendo che a ritirarlo venga uno dei genitori. Effettivamente a scuola si presenta la madre dell’alunno, ma lo fa in compagnia di un avvocato, accusando il professore di furto. Secondo il racconto del primo cittadino la madre avrebbe anche difeso il figlio sostenendo che le foto incriminate non erano poi così hard, dato che la donna immortalata “aveva anche il perizoma”.

“Siamo a questo punto – e’ l’amaro commento del sindaco Balzani – la giuridificazione dei rapporti sociali sta raggiungendo il suo apice. L’apice del grottesco. Genitori che non accettano le punizioni inflitte ai figli forse perché non le hanno mai ricevute. Con i dirigenti scolastici assediati dagli avvocati (senza scrupoli), le insegnanti che si disperano, gli studenti che cercano di approfittare della falsa protezione dei genitori… Si’, bisogna atterrare sul pianeta scuola. La nostra base è aggredita da un virus devastante”.

Posta un commento

Facebook Seguimi