24 settembre 2016

Strage di Viareggio, Delrio: ’16 anni chiesti per Moretti? Sproporzione enorme’


- di F.Q.

“I 16 anni all’amministratore delegato di Fs Mauro Moretti per le responsabilità sulla stare di Viareggio? E’ la richiesta del Pm: spero che i giudici abbiamo tutti gli elementi per giudicare in modo equo. Credo sia una sproporzione enorme”.

A parlare non è il legale difensore dell’attuale dirigente Finmeccanica, bensì un ministro della Repubblica italiana, nella fattispecie Graziano Delrio, titolare dei Trasporti.

“E’ difficile pensare che l’ad di Fs possa avere una responsabilità così enorme, questa richiesta va oltre la responsabilità individuale” ha aggiunto l’esponente del governo Renzi, intervenuto a Otto e mezzo su La7.

Dichiarazioni inusuali quelle di Delrio, specie perché si tratta dell’opinione di un ministro riguardo a un processo ancora in corso, peraltro su un fatto di cronaca che ha segnato la storia recente dei trasporti nazionali. Per Mauro Moretti, oggi amministratore delegato di Leonardo-Finmeccanica, i pm hanno chiesto 16 anni di reclusione per quanto accaduto il 29 giugno 2009, quando un carro merci deragliato in stazione con un carico di gpl fece 32 morti. Il gas poi esplose, devastando il quartiere vicino allo scalo. Non solo Moretti, però. Perché i pm di Lucca Giuseppe Amodeo e Salvatore Giannino hanno fatto richieste pesanti anche per gli altri imputati, dirigenti apicali di società del gruppo Fs e compagnie ferroviarie coinvolte in vario modo nel disastro ferroviario. Nella fattispecie: 15 anni per l’ex ad di Rfi, Michele Mario Elia; 13 anni per Giulio Margarita, ex direttore Sistema gestione sicurezza di Rfi, ora all’Agenzia sicurezza ferroviaria; 12 anni per Gilberto Galloni, ex ad di Fs Logistica; 8 anni per Vincenzo Soprano, ex ad di Trenitalia e della stessa Fs Logistica.

Posta un commento

Facebook Seguimi