19 luglio 2016

NAMBLA (ass. pedofili americani) alleati con ILGA (ass. gay e lesbiche internazionale) per 10 anni! Altro che collegamento omosessualità-pedofilia! Talvolta è una evidente connivenza! Che squallore!



Molte associazioni omosessuali perchè si sono alleate con i pedofili? Pensiamo al COC (omosessuali olandesi) che hanno chiesto ed ottenuto la legalizzazione del rapporto adulti-minorenni (PEDOFILIA DI STATO). Senza parlare di Mario Mieli fondatore di FUORI (omosessuali italiani) che ha proposto la pedofilia come mezzo di redenzione per l’omosessuale. La potentissima lobby omosessuale ILGA (Internatinal lesbian and gay association) la più importante lobby-gay mondiale che unisce più di 400 organizzazioni di 90 paesi in tutto il mondo fra le quali l’Arcigay – la principale organizzazione gay italiana, fondata a Bologna nel 1985 – ha collaborato per 10 anni con i pedofili americani NAMBLA (North American man – Boy Love Association) che hanno come SCOPO la diffusione della PEDOFILIA.Addirittura i rappresentanti del NAMBLA hanno collaborato alla costituzione dell’ILGA.






Infine l’anziano Harry Hay che sponsorizza apertamente il NAMBLA in una manifestazione nel 1986 a Los Angeles “NAMBLA walks with me” (NAMBLA cammina con me):



Nel 1993 la separazione. La NAMBLA scrive in una dichiarazione del 15 novembre 1993: “NAMBLA ( associazione legale pederasto-pedofila) è stata membro dell’International Lesbian and Gay Association per 10 anni, contribuendo alla stesura dello statuto dell’ILGA e alle sue posizioni ufficiali sui diritti sessuali della gioventù”. ILGA HA FATTO DIECI ANNI DI POLITICA SESSUALE INSIEME CON IL NAMBLA.Mentre la Chiesa combatte la pedofilia questa potentissima lobby omosessuale ha sostenuto i pedofili. Poi, quando sono arrivati i primi matrimoni Gay, ILGA si è separata dal NAMBLA. LE BATTAGLIE COMUNI DI ILGA E NAMBLA PRIMA DELLA SEPARAZIONE: 1) Nel 1985, ILGA adottò una posizione sull’«età del consenso/Pedofilia/ Diritti dei bambini» che sollecitava le organizzazioni aderenti a “far pressione sui propri governi perché abolissero la legge sull’età del consenso” 2)Nel 1986, ILGA adottò una posizione con cui affermava di “appoggiare il diritto dei giovani all’autodeterminazione sessuale e sociale” 3) Nel 1988, ILGA dichiarò che “le attuali leggi sull’età del consenso tra persone dello stesso sesso spesso agiscono per opprimere e non per proteggere (…) e che perciò le organizzazioni aderenti sono sollecitate a considerare come meglio consentire a bambini, adolescenti e persone di ogni età di ottenere maggior potere, dando loro sostegno contro la coercizione e l’oppressione sessuale”. ILGA si è distaccata dal NAMBLA e da altre associazioni pedofile sottopressione degli Stati Uniti che hanno minacciato l’ONU di toglierle i finanziamenti alla sua ECOSOC, l’Economic and Social Council, di cui l’ILGA è associata se avesse mantenuto i rapporti con la NAMBLA. Per alcuni l’ILGA, in qualche modo, sembra che mantenga collegamenti con altre associazioni dichiaratamente pedofile da cui si sarebbe ufficialmente distaccata come Vereniging Martijn (olandese) e Project Truth (americana). D’altra parte quando si è costretti dall’esterno, il presidente Bill Clinton, ad agire separandosi dai pedofili senza una decisione maturata all’unanimità all’interno questo non ci sorprende! Inoltre la filosofia del VIETATO VIETARE è l’anima profonda 68ottina di queste associazioni. I promotori “legali” della pedofilia ( con il permesso della legge, il nulla osta del bambino e il consenso dei genitori ) sono strettamente collegati con il movimento internazionale di riforma sessuale. Sono state le organizzazioni omosessuali ( come quelle olandesi) a promuovere, in Europa, campagne di legalizzazione della pedofilo-pederastia. (Link esterno). Ci fate VOMITARE!

Leggiamo alcune presunte prodezze del NAMBLA: “Paul Bonacci racconta: <<Ero nelle mani di un gruppo denominato Nambla (North American man – Boy Love Association) che mi portava in riunioni a New York o a Boston. All’età di 9 anni, fui portato in un hotel con altri 5 ragazzi e ci hanno costretti ad avere rapporti sessuali mentre ci filmavano. In seguito mi obbligarono ad avere rapporti con bambini. Solo nel 1986 sono riuscito a slegarmi dal gruppo. (…). Nell’estate del 1985, Larry King (leader del progetto repubblicano di aiuti alla comunità di colore americana, ndr) mi portò, insieme ad un altro ragazzo, Nicholas, di Aurora, nel Colorado, in California per girare un film. …c’era un ragazzo in gabbia. (…). Ci fecero spogliare e indossare dei vestiti tipo Tarzan e ci obbligarono ad avere rapporti con il ragazzo nella gabbia. Ci dissero di picchiarlo. (…). Arrivò un uomo e iniziò a sbattere il ragazzo come se fosse una bambola. Prese una pistola, gliela puntò in testa e sparò… (Bonacci poi fa i nomi di alcune delle persone che hanno abusato sessualmente di lui, ndr) Alan Bair, Peter Citron, Larry King, Harry Anderson, il deputato Barney Franks, a Washington. (…). …nel 1984 mi portarono al ranch South Fork, a Dallas, nel Texas, in corso la Convention Repubblicana e Larry King organizzava dei party-pedofili>> (“Avvenimenti”, settimanale, 17 luglio 1991)”.

Fonte: Gris Imola
Posta un commento

Facebook Seguimi