28 aprile 2016

Siria: trovato carico di armi israeliane destinate all’Isis


Secondo l’agenzia di stampa siriana Sana, le autorità del distretto di Al Swaeida, città drusa collocata a sud di Damasco, quasi al confine con la Giordania, hanno confiscato questa mattina, in collaborazione con le forze militari locali, una vettura carica di mortai, mine, Rpg e granate di fabbricazione israeliana.

La fonte ha dichiarato che le forze di sicurezza dell’Esercito arabo siriano hanno teso un’imboscata all’automobilecarica di armi e munizioni mentre si recava dalla campagna ad est di Dara verso la regione desertica controllata dalle milizie dell’Isis. L’arsenale confiscato consiste in mine antiuomo, lanciarazzi, granate B9, mortai da 120, 80 e 60 mm e molto altro, tutto di fabbricazione israeliana. L’autista della vettura è stato ucciso durante l’attacco.



Quanto accaduto oggi pare non essere una novità. La settimana scorsa, le autorità di Al Swaeida avevano già intercettato un carico di medicinali destinati ai terroristi dell’Isis operativi nella regione a est di Dara e, sempre nella stessa zona, il 18 aprile, un’automobile colma dello stesso carico di quella confiscata questa mattina era stata bloccata dalle forze di sicurezza locali. Provenienza e destinazione di questi carichi di armi non lasciano dubbi: l’antico nemico della Siria si conferma nuovo amico del Califfato islamico.

Ada Oppedisano
Posta un commento

Facebook Seguimi