22 marzo 2016

Wikileaks: la Clinton nel 2012 chiese il rovesciamento di Al-Assad per la sicurezza di Israele. Quali altre prove servono?


Wikileaks ha rivelato lo scorso Venerdì il contenuto di una comunicazione mail di Hilary Clinton in cui, la allora segretaria di Stato, richiese il rovesciamento del Governo siriano per rafforzare la sicurezza del regime di Israele.
Le filtrazioni web di Wikileaks citano una comunicazione inviata in Luglio del 2012, dalla precandidata democratica alla Casa Bianca Hilary Clinton, ad una persona sconosciuta in cui la Clinton insisteva per richiedere il rovesciamento del Presidente siriano Bashar al-Assad, “per rinforzare la sicurezza di Israele e isolare l’Iran(alleato di Damasco) dalla scena del Medio Oriente”.

Secondo il testo della comunicazione, il servizio di sicurezza del regime di Israele era convinto che la Repubblica Islamica dell’Iran perderebbe il “suo unico alleato” in Medio Oriente, se il Governo di Damasco venisse rovesciato.
” Il miglior modo di assecondare Israele contro la capacità nucleare dell’Iran, è quello di aiutare il popolo siriano nel rovesciare il regime di Bashar al-Assad”, si dice esplicitamente la Clinton nella comunicazione.


Inoltre il testo dice che la “caduta del governo di Assad potrà provocare una guerra settaria tra i mussulmani sciiti e sunniti, cosa che, a giudizio dei comandanti israeliani, “non sarebbe affatto male per Israele ed i suoi alleati occidentali”.

Allo stesso modo sostiene che una possibile guerra tra i sunniti e gli sciiti farebbe ritardare il programma nucleare iraniano.

Lo scorso mese di Gennaio, l’Istituto per gli Studi della Sicurezza Nazionale dell’Università di Tel Aviv aveva indicato che il regime di Israele si vedrebbe beneficiato dal rovesciamento del Governo siriano. L’Istituto israeliano, in uno studio su quale dovrebbe essere la strategia di detto regime nel 2016, aveva concluso che il regime di Tel Aviv deve trovare una via che faciliti il rovesciamento di Al-Assad anche dovendo appoggiare i gruppi armati jihadisti che operano all’interno del paese arabo (cosa che puntualmente si è verificata).

Nota: Con questa ulteriore prova del coinvolgimento dell’Amministrazione USA nelle operazioni di destabilizzazione della Siria, nelle guerre settarie della regione e dell’appoggio fornito da Washington ai gruppi terroristi che hanno seminato morte e distruzione nel paese arabo, la popolazione siriana sa bene chi deve “ringraziare” per le centinaia di migliaia di morti, per le migliaia di persone ferite e mutilate e per i milioni di profughi che il conflitto in Siria ha provocato nel loro paese. Israele e gli Stati uniti sono stati i principali responsabili di una delle più brutali e disumane tragedie che i disegni egemonici dell’Impero USA abbiano provocato nel nuovo secolo.

Fonte: El Espia Digital

Traduzione e nota: Luciano Lago per Controinformazione
Posta un commento

Facebook Seguimi