10 febbraio 2016

TRAFFICO DI MINORI, GRAZIE ALL’OMERTA’ DELLO STATO ITALIANO!

TRAFFICO DI MINORI, GRAZIE ALL’OMERTA’ DELLO STATO ITALIANO!

di Gianni Lannes –
La mafia, i pedofili e i vivisezionatori in camice bianco ringraziano all’unisono l’ineletto Matteo Renzi per tanta mercanzia offerta gratuitamente, anche in virtù della disattenzione dei tribunali dei minorenni (istituiti nel 1934 dal fascismo). Oggi, il quotidiano La Gazzetta del Mezzogiorno, ha pubblicato l’articolo intitolato “Bari, ne scompare più di uno al mese”, che riporta un’intervista al presidente del tribunale dei minorenni di Bari, tale Riccardo Greco. Lo stesso magistrato ha dichiarato testualmente:
«Noi non abbiamo una statistica del fenomeno dei minori che scompaiono. ma ritengo siano stati 15 casi in 11 mesi. E’ una realtà marginale. E’ una materia che viene lasciata totalmente agli organi di Polizia perché l’intervento del Tribunale c’è fin quando il minore è presente sul territorio. Il problema del rintraccio è un problema di polizia. E quando ci segnalano che il minore non è più sul territorio chiudiamo il fascicolo. Salvo riaprirlo nel caso ricompaia… Il tribunale per i minori fa cose molto importanti e i nostri protocolli ci pongono all’avanguardia in Italia: i minori non accompagnati sono inseriti nelle comunità con prescrizioni molto precise».
Insomma, quando un giudice in veste di burocrate, dà soltanto i numeri,eppure i fanciulli non sono cifre. Chi controlla i controllori? IL CSMchiederà chiarimenti al togato Greco? In base ai dati ministeriali, i minori migranti non accompagnati, spariti nel nulla in Puglia, sono molti di più di queli indicati dal magistrato Riccardo Greco.
Secondo gli ultimi dati ufficiali del ministero delle politiche sociali aggiornati al 31 dicembre 2015, i minori scomparsi, definiti “irreperibili” reclusi nelle strutture di cosiddetta accoglienza, sono addirittura 6.135. A cui vanno aggiunti più di altri 6 mila sbarcati nel belpaese durante il 2015 e non identificati dalle autorità italiane, così come denunciato dalla Commissione europea. In totale i piccoli desarecidos sono oltre 12 mila. Interpellato a più riprese, da 35 atti parlamentari che pendono inevasi, il governo Renzi non risponde. Dai rilevamenti istituzionali si evince che le regioni in cui spariscono maggiormente bambini e adolescenti, ovvero migranti non accompagnati, sono nell’ordine principalmente: Sicilia, Calabria, Puglia e Marche. 
Senza titolo-1
Tra l’altro, il governo italiano non ha ratificato la Convenzione europea sul traffico di organi umani. Il Parlamento tricolore ha impiegato ben 5 anni e 24 giorni per ratificare con la legge 172/2012 la convenzione di Lanzarote del 2007 (protezione dei minori contro lo sfruttamento e  l’abuso  sessuale), ma poi il primo ministro pro tempore, Matteo Renzi (convegnista a Firenze con il pluricondannato per violenza contro i minori Rodolfo Fiesoli), in palese violazione della legge 269 del 1998 (articolo 17, comma 1), per ben due anni di seguito non ha presentato il rapporto sull’applicazione delle “norme contro lo sfruttamento della prostituzione, della pornografia, del turismo sessuale in danno di minori, quali nuove forme di riduzione in schiavitù”. In compenso, l’esecutivo Renzi, – come si evince dai copiosi atti parlamentari – ha programmato la chiusura di ben 73 postazioni di polizia postale, ovvero di chi combatte il fenomeno sul campo. In una Paese civile, in uno Stato di diritto, uno come Renzi sarebbe stato cacciato via a pedate, e la nazione si sarebbe quantomeno interrogata pubblicamente. Invece, tutto tace.
Senza titolo-2

Riferimenti:

Fonte: Su La Testa
Posta un commento

Facebook Seguimi