13 febbraio 2016

Politica: a confonderci è anche l’uso dell’inglese



Politica: a confonderci è anche l’uso dell’inglese

La lingua inglese sempre più in uso nel mondo della politica, quanto è vicina al cittadino?
Negli ultimi anni moltissimi termini di origine anglosassone sono diventati per noi di uso comune, riempiono telegiornali e quotidiani.

Facciamo alcuni esempi: antitrust, bipartisan, devolution, exit poll, impeachment, welfare, gap, leadership, switch, spending review, spread, jobs act, stepchild adoption, ecc....

Perché usiamo termini Inglesi?

Di per se i discorsi politici e il «politichese» da sempre hanno teso più a confondere che ad esplicare. Usare termini troppo complessi o in una lingua non compresa da tutti può confondere ancor di più e se tutto ciò spesso è accompagnato da discorsi vuoti e sgrammaticati, la confusione è totale.
Usare un linguaggio chiaro, preciso, comprensibile a tutti in modo da far comprendere il proprio pensiero, idee e obiettivi, sarebbe auspicabile.

Dunque la domanda è questa siamo noi che siamo troppo esterofili "sudditanza psicologica per ciò che è straniero" o gli spagnoli sono troppo "patriottici?"

In Spagna non esistono parole inglesi, non dicono nemmeno un banale "ok" traducono tutto addirittura hot dog si dice "perrito caliente" (NdT perro=cane) e non lasciano un titolo di un film in inglese.....

se penso poi che in italia si usano parole inglesi anche quando si potrebbe esprimere lo stesso concetto con parole italiane (che sarebbe oltretutto molto più chiaro alla gente soprattutto anziana.....)

Ma non finisce qui, per esempio, in spagna ci sono parole che a causa del copyright devono per forza essere dette o scritte in inglese..... bhe gli spagnoli nn si arrendono e conducono fieri la loro crociata contro inglesismi e americanismi semplicemente pronunciando la parola in spagnolo.....

allora mi chiedo... perchè noi cerchiamo di pronunciare bene le parole in inglese.... e ridiamo di chi le pronuncia male... 
perchè usiamo parole inglesi (question times) quando si potrebbero usare parole italiane(l'ora delle domande)?

Enzo Vincenzo Sciarra
Posta un commento

Facebook Seguimi