29 febbraio 2016

ITALIA-LIBIA: GUERRA SEGRETA




Enzo Vincenzo Sciarra

ITALIA-LIBIA: GUERRA SEGRETA
Se le autorità libiche dovesserlo richiederlo, l'Italia sarebbe pronta a intervenire con una missione militare di supporto. Lo ha stabilito il Consiglio superiore della Difesa, convocato al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Il contingente che verrebbe inviato in Libia dovrebbe occuparsi di addestrare le forze armate locali e sorvegliare siti sensibili come ambasciate e palazzi istituzionali. Non dovrà essere vissuto dai libici come ''forza di occupazione'' e quindi dovrà agire in sinergia con i militari locali. La scelta, dunque, è in linea con quanto aveva già sottolineato nei giorni scorsi il ministro della Difesa Roberta Piniotti, secondo la quale, qualunque intervento in Libia non può prescindere da un accordo con le autorità locali in una logica di coalizione ma la priorità resta la stabilizzazione del Paese con un governo di accordo nazionale. Tuttavia, Corriere della Sera di oggi dà notizie di ''interventi affidati a corpi militari speciali italiani. Operazioni riservate condotte grazie alla legge approvata lo scorso novembre dal Parlamento che consente ai gruppi d’élite di entrare in azione seguendo la catena di comando dei servizi segreti''. Quindi, anche l'Italia starebbe combattendo la guerra segreta in Libia, all'oscuro del Parlamento.

Enzo Vincenzo Sciarra
Posta un commento

Facebook Seguimi