13 febbraio 2016

Equitalia, in 15 anni cartelle false per 217 miliardi di euro


Si è sempre parlato di "cartelle pazze", a proposito di quelle di Equitalia. Per l'ammontare folle, seppur corretto, o perché errato. Ma dalla relazione che l'ad di Equitalia Ernesto Maria Ruffini ha svolto dinnanzi alla commissione Bilancio del Senato, spunta una categoria inedita di cartelle: quelle "inventate".

Perchè Ruffini, come riporta il quotidiano "Il Giornale", ha fornito ieri un dato a dir poco agghiacciante dicendo che il 20,5% dei 1.058 miliardi di crediti affidati negli ultimi 15 anni all'ente di riscossione, pari a quasi 217 miliardi, sono inesigibili perché i destinatari non li dovevano pagare. Insomma, secondo quanto lo stesso ad riporta, una volta su 5 che il Fisco bussa alla porta dei contribuenti, lo fa senza alcun motivo fondato. E fa marcia indietro solo quando i tartassati ricorrono alle carte bollate. Se invece pagano, amen.

Di quei 216,89 miliardi di euro di richieste indebite, ha spiegato ancora l'ad di Equitalia, la maggior parte (175 miliardi) proviene e dall'Agenzia delle Entrate, mentre il resto si divide tra Inps (23,3 miliardi), Inail (10 miliardi) e altre amministrazioni pubbliche (7,4 miliardi).

Libero - Quotidiano.it
Posta un commento

Facebook Seguimi