01 gennaio 2016

L’Ultimo balzello di Renzi: la tassa sui vulcani

L’Ultimo balzello di Renzi: la tassa sui vulcani

Arriva l’ultimo balzello del governo Renzi, ovvero la cosiddetta “tassa sui vulcani“.
Si tratta di un contributo di sbarco nelle isole minoriche ricorda la tassa sui viaggiatori, ossia il balzello da 2 euro a carico dei passeggeri di aerei e navi. Poiché sostituita dall’imposta di soggiorno, la tassa sui viaggiatori è stata ripensata e circoscritta agli sbarchi nelle isole minoriattraverso collegamenti di linea o vettori aeronavali abilitati al trasporto di persone. Il contributo sarà di 2,50 euro e potrà lievitare fino a 5 euro per le isole dove sono presenti vulcani attivi”.
Il balzello è contenuto nella legge che introduce misure per promuovere la green economy e il contenimento dell’uso eccessivo del suolo, e sarà dovuto da ogni singolo passeggero. La tassa verrà inserita nel prezzo del biglietto, e sarà riscosso dalle compagnie di navigazione o dalle compagnie aeree che operano sull’isola.
il contributo potrà essere alzato fino a 5 euro quando sull’isola in cui si sbarca saranno presenti fenomeni vulcanici attivi. “Il gettito – recita la legge – servirà a finanziare interventi di raccolta e smaltimento rifiuti, di recupero e salvaguardia ambientale nonché interventi in materia di turismo, cultura, polizia locale e mobilità nelle isole minori”.
Riferimenti
Posta un commento

Facebook Seguimi