15 dicembre 2015


RENZI DICE NO AL REDDITO DI CITTADINANZA MA OGGI HA STACCATO UN ASSEGNO PER LO STAFF DELLA BOSCHI DA 1,5 MILIONI EURO

Mentre il Movimento 5 Stelle pensa al reddito di cittadinanza, il Governo distribuisce milioni di euro, soldi destinati agli staff dei ministri. Renzi stanzia la bellezza di 4 milioni di euro. Di questi, 1,5 sono destinati al dicastero della Boschi, mentre 1 milione andrà alla Madia.

Leggiamo cosa scrive il Fatto:

Nell'anno in corso sono stati messi a disposizione ben 4 milioni di euro per l'assunzione di personale. E solo per mantenere gli staff delle tre ministre, Maria Elena Boschi, Maria Anna Madia e Maria Carmela Lanzetta, Palazzo Chigi prevede 3,2 milioni. Per il sito, il dicastero Boschi ha in dotazione uno staff di quattro unità che raggiunge appena i 200mila euro. Ilfattoquotidiano.it è in grado di rivelare che il governo le ha staccato un assegno di 1milione e 500mila euro. Più di un terzo della spesa per la "diretta collaborazione", quindi, va alla Boschi, renziana di ferro e ministro delle Riforme e dei Rapporti con il Parlamento.

Al secondo posto per limite di spesa troviamo Marianna Madia, ministro della Semplificazione della pubblica amministrazione che dispone di 1 milione di euro, ma dichiara di aver un ufficio di "diretta collaborazione" di cinque persone, pagate complessivamente circa 350mila euro. Un dettaglio: nell'elenco dei collaboratori della Madia manca il trattamento accessorio di Bernardo Polverari, Consigliere parlamentare e capo di gabinetto.

Il Fatto quotidiano
Posta un commento

Facebook Seguimi