27 novembre 2015

Il colosso Planned Parenthood uccide 897 bambini al giorno

Il colosso Planned Parenthood uccide 897 bambini al giorno
- di Kristan Hawkins

Planned Parenthood, sotto minuzioso esame per i video in cui si parla di tagliare e vendere parti del corpo di bambini abortiti, si è lanciata nella missione di salvare la propria immagine, che ha portato il colosso degli aborti a un sacco di tattiche discutibili e dichiarazioni illogiche – più del solito.

Ma Planned Parenthood merita ogni singolo attento minuzioso controllo giunto sulla sua strada, e un gigante autobus rosa sta per catapultare su di loro ancor più attenzione indesiderata, dando il via ad un tour attraverso i paesi per far luce sulle pratiche poco raccomandabili di PP, informando gli americani, e in particolare la stessa clientela dell’azienda, per far sapere che il colosso degli aborti ha come obiettivo quotidiano il tradire il maggior numero di donne possibile.

Planned Parenthood ha recentemente pubblicato su twitter:

“Ogni bambino merita l’opportunità di vivere fino a quanto il suo Dio gli consente.@HillaryClinton #blacklivesmatter”


Scusate l’espressione, ma cosa stanno fumando?

Uccidono le vite di 897 bambini innocenti ogni singolo giorno.

Sono il più grande centro per gli aborti degli USA.

Hanno quote nell’aborto.



Hanno ammesso di prendere soldi attraverso il commercio di organi dei bambini abortiti.

Hillary Clinton è uno dei loro più grandi sostenitori, un politico pro-choice che crede che sia del tutto lecito prendere la vita di un bambino prenatale fino alla “fine del terzo trimestre …”.

Cecile Richards, presidente di Planned Parenthood, ha testimoniato davanti al Congresso non molto tempo fa su quei video orribili girati sotto copertura.

Ha ammesso che l’86% delle entrate non governative viene dagli aborti.

E ha anche che la sua organizzazione fa zero mammografie. Zero.

Questo dopo che lei aver ripetuto, insieme a una miriade di altri sostenitori di Planned Parenthood, più e più volte che le donne stavano avendo i loro servizi essenziali, come le mammografie, e che sarebbero stati loro tolti se fossero stati revocati eliminati i fondi per Planned Parenthood.

Illogico al meglio. Folle nel peggiore dei casi.

Planned Parenthood ha inoltre annunciato di voler spendere 20 milioni di dollari durante la campagna elettorale 2016 per eleggere quei politici che saranno loro burattini. Ops, che saranno dalla “loro parte.”

Cecile Richards si è lamentata inoltre che “gli estremisti hanno reso le elezioni del 2016 un attacco ai diritti riproduttivi”. Sta parlando di se stessa?

Un sondaggio ha mostrato che l’84% degli americani vuole restrizioni sull’aborto dopo il primo trimestre e la maggioranza degli americani sostiene il divieto di aborto a 20 settimane; ciò dimostra che è la posizione di Planned Parenthood ad essere estrema.


Fonte: lifenews.com
Posta un commento

Facebook Seguimi