14 ottobre 2015

Siria. Rivelazione del NYT: da Usa fornitura massiccia di missili ai ribelli anti Assad

Siria. Rivelazione del NYT: da Usa fornitura massiccia di missili ai ribelli anti Assad

Gli Stati Uniti starebbero fornendo ai ribelli siriani anti-Assad numerosi missili anticarro, forniture massicce come mai accaduto finora. Lo riferisce il New York Times, citando uno dei capi delle milizie ribelli impegnate a fronteggiare le forze armate di Damasco ad Hama, nella Siria centrale, una delle prime province colpite dai raid aerei di Mosca e Damasco.

Missili anticarro ‘made in Usa’ sono cominciati ad arrivare già nel 2013 – spiega il Nyt – attraverso un programma segreto portato avanti da Stati Uniti, Arabia Saudita e altri alleati, per aiutare alcuni gruppi anti-Assad controllati ed addestrati dalla Cia. Ora il flusso sarebbe ripreso in maniera massiccia, con la tacita approvazione degli Usa. I missili del tipo Tow, infatti, insieme a pick-up corazzati verrebbero consegnati sul campo non direttamente dagli americani ma da loro alleati.

La Cnn, che cita fonti ufficiali rimaste anonime, parla di 50 tonnellate di munizioni consegnate per via aerea a gruppi di ribelli nel nord della Siria, nell’ambito della riorganizzazione del programma di sostegno ai combattenti moderati. La tv americana ha aggiunto che la notte scorsa un aereo da trasporto C-17 ha paracadutato nella provincia di Hasakah 112 casse di munizioni, granate e altri materiali per i ribelli del gruppo noto come Coalizione siriano-araba.

“Abbiamo ciò che chiediamo in pochissimo tempo”, racconta Ahmad al-Sud, comandante dei ribelli, entusiasta dei successi ottenuti in due giorni dal suo gruppo, la Divisione 13, che è riuscito a centrare con i missili anticarro Tow “sette blindati su sette”. Blindati russi, si intende. Una notizia che le fonti vicine a Mosca hanno smentito categoricamente e bollato come “propaganda”.

Fonte: Sponda Sud
Posta un commento

Facebook Seguimi