26 ottobre 2015

POVERTA' : Nessun crimine è vergognoso quanto la povertà


Nessun crimine è vergognoso quanto la povertà

Famiglie italiane sempre più povere. Lo sostiene l’Ocse, che ha calcolato nel rapporto annuale sugli indicatori sociali, che il reddito annuale della famiglia media italiana è sceso di 2.400 euro tra il 2007 e il 2015, quasi il doppio della media della zona euro (1.100 euro).
I motivi sarebbero da ricercare nel “deterioramento del mercato del lavoro, soprattutto per i giovani”. Inoltre, viene evidenziata anche come “la diminuzione dei redditi in Italia riflette la debolezza del sistema di previdenza sociale nel rispondere alle necessità di quanti hanno perso il lavoro o hanno visto il loro reddito da lavoro contrarsi”.

Ci stanno rendendo sempre più poveri.
Le crescenti disuguaglianze tra la parte ricca della popolazione e la parte povera sono un prodotto creato appositamente ad hoc  "appropriato al contesto" . Quando la povertà assume connotazioni estreme di assenza di beni materiali primari si parla di miseria, termine che assume oltre a quello economico e sociale, come quello di povertà, anche un valore immateriale indicante sia un'estrema infelicità sia una condizione spirituale di grettezza e meschinità morale. C'è chi elogia la disuguaglianza come necessaria e utile poiché fornisce uno stimolo proficuo alla crescita economica, in quanto innesca una benefica competizione, individuale e collettiva, tra soggetti diseguali, come cani su un osso solo.

Nonostante i notevoli progressi tecnologici che si sono verificati negli ultimi anni, le condizioni di vita non sono migliorate per tutti, né al Nord, né al Sud del mondo. E’ nata tuttavia una nuova concezione di povertà, che si può applicare a certe fasce della popolazione. Per povertà infatti non si intende più solo una mancanza di ciò che è necessario al benessere materiale, ma anche la negazione di opportunità e scelte essenziali per lo sviluppo umano, quali condurre una vita lunga, sana, creativa, godere di uno standard di vita dignitoso, godere di decoro, autostima, rispetto degli altri e delle cose cui le persone attribuiscono valore nella vita.

Enzo Vincenzo Sciarra
Posta un commento

Facebook Seguimi