29 ottobre 2015

Inasprimento pene e modifiche varie per omicidi e lesioni personali legate a violazioni norme sulla circolazione stradale


I Portavoce dei cittadini, in Parlamento grazie al Movimento 5 Stelle, hanno studiato e continuano a farlo. In questi anni si sono preparati e hanno trasferito le proprie competenze nelle Proposte di Legge poi regolarmente condivise sul portale LEX. Eccellenti dimostrazioni di competenze fanno oramai impallidire gli Yes man dei partiti tradizionali che molto spesso nemmeno leggono le proposte portate in votazione dai loro capi. Solitamente votano a scatola chiusa qualunque porcata a marchio certificato PD-PDL e parenti vari. Addirittura in almeno due casi sono state fatte ripetere votazioni in Parlamento perchè questi esseri, inchiodati alle loro munifiche poltrone, avevano in massa capito male le indicazioni dei preposti dai capi al lavoro sporco di trasmissione ordini.

Uno dei Portavoce a 5 Stelle più attivi si chiama Vittorio Ferraresi. Componente della II Commissione Giustizia, insieme ad altri rappresentanti del M5S: Alfonso Bonafede, Francesca Businarolo, Donatella Agostinelli, Andrea Colletti e Giulia Sarti.
Ferraresi, laureato in Giurisprudenza, anticipa in questo video la presentazione della Proposta di Legge denominata: 
"Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale, al codice della strada di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, nonché altre disposizioni in materia di omicidio e di lesioni personali conseguenti alla violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale".

La Proposta di Legge è a disposizione degli oltre 130000 iscritti al Movimento 5 Stelle per essere migliorata, discussa, criticata. 
Tra le novità proposte, rispetto alla legislazione vigente in materia, vi sono modifiche a due articoli fondamentali presenti nel Codice Penale. Il 589 riguardante l'omicidio colposo ed il 590 che tratta di lesioni personali colpose. Suggerisce anche modifiche degli articoli 222 e 223 del Codice della Strada relative alle sanzioni amministrative accessorie alla revoca ed al ritiro della patente in conseguenza ad ipotesi di reato.
L'inasprimento del quadro sanzionatorio non è l'unico argomento sensibile trattato dalla proposta di Ferraresi. Tenendo conto di opinioni illustri, tra le quali quelle del Presidente della Suprema Corte Santacroce, del Presidente aggiunto onorario della Cassazione Gironi, del Giudice Lattanzi della Corte costituzionale si interviene anche sulla "possibilità da parte del giudice di disporre la revoca della patente di guida in luogo della semplice sospensione, prevedendo, nel caso più grave, una revoca che impedisca al responsabile del reato colposo stradale di poter conseguire una nuova patente per quindici anni, che diventano trenta in presenza di recidiva", citando il sunto condiviso da Ferraresi sul portale LEX.
Accuratissima la relazione tecnica (appena la leggerete vi accorgerete di quanto siano preparati i ragazzi "inesperti" a 5 Stelle) che cita dati allarmanti legati agli omicidi colposi da incidente stradale. Secondo la Commissione Europea l'Italia è il terzo Paese membro per tasso di mortalità stradale. Dal lato economico e sociale l'infortunistica stradale incide sul prodotto interno lordo con costi pari al 2,6%.
Anche gli standard per il prelievo, la classificazione e l'utilizzo dei campioni effettuati durante l'accertamento dello stato di alterazione del soggetto alla guida vengono normati. L'elevata qualità viene perseguita tramite metodiche di conferma nelle analisi dei campioni di sangue prelevati durante gli accertamenti. Da leggere con attenzione questa proposta, da condividere anche con chi possa tecnicamente e scientificamente migliorarla o suggerirne modifiche utili al raggiungimento del nobile obiettivo che la proposta si impone.
Chiunque abbia la competenza e la voglia di aiutare il lavoro dei Portavoce a 5 Stelle in questo campo così specifico e delicato è il benvenuto. Per il bene comune.
Se non siete ancora iscritti al Movimento 5 Stelle potete farlo qui.
Grazie.


Posta un commento

Facebook Seguimi