13 ottobre 2015

Bambino vestito da Elsa per Halloween, ma il gender non esiste

Bambino vestito da Elsa per Halloween, ma il gender non esiste

Dalle pagine di Cosmopolitan arriva la notizia: un padre della Virginia ha postato su Facebook la foto di suo figlio vestito da Elsa, la principessa del film animato Frozen.

«Chiunque ci conosca sa che generalmente lasciamo ‪#‎Caiden libero di fare le proprie scelte, in una certa misura. Beh, lui ha deciso il suo costume di ‪#‎Halloween. Vuole essere Elsa di Frozen. Vuole anche che io sia Anna.
Tenete per voi le vostre stronzate sulla mascolinità, del tipo “ma è un vestito per femminucce”, perché Halloween è una festa per i ‪#‎bambini che ‪#‎fingono di ‪#‎essere i propri ‪#‎personaggi ‪#‎preferiti. Così succede, e questa settimana il suo personaggio preferito è una principessa.»


È omofobo chiedere: se il bambino la prossima settimana cambiasse idea per vestirsi – che ne so – da Zorro, sarebbe altrettanto libero di gettare via l’abitino della famosa principessina di ghiaccio?

Il web intanto si scatena a supporto dell’iniziativa di Paul Henson, i commenti sul suo profilo non risparmiano complimenti eleggendolo come “best father”.

uando mai un genitore che lascia il figlio scegliere il proprio costume ha fatto tutto questo clamore?

Sembra che la causa di cotanto chiasso sia che il personaggio in questione sia quello di una pulzella, scelto invece che da una bambina, da un bambino.

O dovrei scrivere bambin*?

…Ma, si sa, il #genderNONesiste.

Posta un commento

Facebook Seguimi