22 settembre 2015

Tsipras Vince ancora e continua la sua lotta! Almeno in Grecia è ancora permesso votare! A NOI NO!

Tsipras vince elezioni



Una battaglia difficile…Fatta di ostacoli “Europei” e mezzi ricatti… Ma come ha affermato lo stesso Tsipras nel discoro post risultato: “i duri fanno fatica a morire”.
E loro sono davvero dei combattenti indomiti: nonostante le mille difficoltà, le dimissioni dubbiose e le tante ingiustizie subite, ora possono tornare a trionfare andando avanti con il secondo mandato!
Già…Almeno a loro Greci è ancora concesso il DIRITTO al voto e a quanto pare il volere è anche rispettato. Mica come in Italia! Non si vota e non si possono fare Referendum. 

Qui nessuno può esprimere il proprio volere perchè a noi non è concesso questo lusso. Per l’Italia e gli Italiani fa direttamente tutto l’Europa, ci pensa lei a decidere per tutti. Ed è per questo che ormai le ultime elezioni risalgono a otre 5 anni, nel lontano 2010! Da allora il buio totale.

Le percentuali di vittoria in Grecia non lasciano spazio a dubbi:
IL PARTITO DI SYRIZA con Tsipras, ha ottenuto il 35,5% dei voti con 145 seggi assegnati
ND: il 28,1% con 75 seggi
ALBA DORATA: il 7% ottenendo 18 seggi

Ma la vittoria di Tsipras risuona in tutte le piazze della Grecia. Il suo secondo mandato fa cantare e festeggiare ovunque e l’esultanza è davvero elevata!
Il partito di Syriza è di nuovo sul podio per battersi per i diritti delle gente e per cercare di porre un freno all’indomita Europa che cerca di affermare la sua supremazie su tutti gli stati membri…Quasi come comandasse solo lei!

Forse è il caso che l’ Europa inizi ad aprire gli occhi e a capire che non si può sconfiggere il volere popolare. E’ arrivato il momento di guardare in faccia alla realtà ed iniziare a fare cose seria per il bene collettivo e non di pensare solo al bene della Germania!Non esiste solo lei nell’Europa ragion per cui ogni nazione va tutelata ed aiutata seriamente, non solo a parole!
Perchè contano i fatti, le chiacchiere stanno a zero.

IL VIDEO.
Posta un commento

Facebook Seguimi