22 settembre 2015

Reni, ecco come prevenire serie patologie! Depurati in mondo Naturale. Scopri come

Reni

E’ importante volersi bene ed ascoltate i segnali che ci manda il nostro corpo. I reni sono organi importantissimi che vanno trattati con delicatezza. Essi, pur essendo si piccole dimensioni giocano un ruolo vitale nella nostra salute.
Depurarli e mantenerli in ottime condizione vi permetterà prevenire eventuali patologie renali, oltre ad energizzare e ringiovanire l’intero corpo. Alcuni scelgono di affidarsi ad una cura di 3 giorni con acqua e prezzemolo, altri preferiscono una dieta di solo succhi di frutta per una settimana. Qualsiasi siano le tue scelte personali, se vuoi iniziare a depurare i tuoi reni, parti dal passaggio numero 1 dell’articolo.

Tanto per farvi capire la loro importanza, ecco a cosa servono i Reni e quanto è importante stare bene.
Ecco a cosa servono:
Sono utili per filtrare il sangue
La manutenzione di ioni nel sangue ed altre sostanze vitali
Regolamento della composizione del sangue
Regola la quantità di acqua sufficiente tuo corpo ha bisogno
Elimina i rifiuti tossici
Mantiene l’acido-base del sangue
Stabilizzare la pressione sanguigna
Migliora la produzione di globuli rossi
Controlla il livello ideale di calcio del corpo

ECCO COSA DEVI SAPERE…
Parte 1 di 2: Sapere Cosa Assumere


1 Scegli la durata della tua depurazione -- in un lasso di tempo compreso tra 3 e 7 giorni. Una o due volte all’anno è possibile eseguire una depurazione sicura dei reni per un tempo compreso tra i 3 e i 7 giorni. Se non lo hai mai fatto prima d’ora, è consigliabile non protrarla oltre i 3 giorni. Prima di iniziare ogni procedura a casa, è sempre importante consultare il proprio medico. Il tuo stato di salute potrebbe indicare che attualmente una depurazione renale non è indicata.

Ricorda che prolungare la depurazione non è una scelta saggia. La depurazione dei reni si basa principalmente su un’alimentazione sana ed equilibrata ed è concepita per essere solo temporanea. La depurazione è solo una depurazione, non uno stile di vita.



2 Aumenta le quantità di acqua assunte. Bere più acqua è uno dei rimedi casalinghi più comuni, consigliabile a coloro che vogliono depurare i propri reni. Una persona normale dovrebbe bere 8 bicchieri di acqua al giorno, ovvero circa 2 litri. Per favorire la depurazione dei reni, avrai bisogno di assumere 10-15 bicchieri o più di acqua al giorno. Un aumento della quantità di acqua ingerita aiuta i reni ad eliminare facilmente le scorie.

Alcune persone hanno difficoltà nel bere così tanto perché dimenticano di bere a sufficienza, magari perché semplicemente non hanno l’acqua a portata di mano. Per questo può essere utile avere sempre una bottiglia d’acqua con te, ovunque tu vada.


3 Bevi più tè privo di caffeina. Il tè è noto per favorire la disintossicazione dei reni. Ci sono tre principali tipologie di tè: verde, nero e oolong (o tè blu). Tutti contengono antiossidantii che combattono le tossine nel sangue, aiutando la rimozione delle scorie da parte dei reni, e consentendo al tuo corpo di espellerle attraverso le urine.
Puoi bere fino a 1 litro di tè al giorno. Ricorda che l’acqua non deve arrivare a bollire, ma raggiungere una temperatura di 70°-80°C.
Se usi il tè in foglie, aggiungine circa un cucchiaino ad ogni 240 ml di acqua.
Per depurare adeguatamente il sangue, dovresti bere il tuo tè senza zucchero e senza latte.


4 Aumenta l’assunzione di frutta. Alcune persone decidono di mangiare solofrutta. La frutta è infatti altamente consigliata durante l’intero processo di disintossicazione, grazie all’abbondanza dei nutrienti. I nutrienti della frutta, non solo sono ottimi per il tuo sistema corporeo, ti aiuteranno a combattere la sensazione di indolenzimento che ti troverai ad affrontare. Ecco da dove iniziare:

Le mele contengono molta fibra e vitamina C, noti come antiossidanti e nel favorire la lotta contro le tossine nel sangue.

Anche i limoni vengono usati comunemente, poiché hanno la capacità di incrementare i livelli di citrato che riduce la formazione di calcoli renali.
Detto questo, qualsiasi frutto acquoso è consigliabile (la polpa di cocco e di avocado, così come il rabarbaro, dovrebbero essere evitati). Come sempre, prediligi la freschezza nella tua scelta.


5 Affidati al prezzemolo. Anche le erbe aromatiche vengono utilizzate per favorire la depurazione dei reni, ed una tra le erbe più popolari è il prezzemolo. Il prezzemolo è considerato un diuretico, ovvero un’erba che ti fa urinare di più. Maggiori dosi di urine comportano maggiori dosi di scorie e tossine espulse dal corpo. In altre parole, una depurazione più efficace.

Il prezzemolo può essere mangiato crudo o trasformato in succhi o tisane. Mettilo in infusione nell’acqua o nel tè per assumerlo in modo semplice e poco percettibile.

Parte 2 di 2: Sapere Cosa Evitare


Considera l’ipotesi di digiunare. E’ un modo per depurare l’intero corpo, reni inclusi. Digiunare significa non assumere nulla ad eccezione di acqua e succhi di frutta e verdura, evitando carne, pesce, pane, latticini e ogni altro alimento. Se i reni hanno la necessità di filtrare solo liquidi privi di troppe tossine, si concedono una sorta di pausa dal lavoro più duro. In ingresso entrano solo cose buone, e tutte le sostanze nocive vengono espulse.
Sii sempre molto cauto. Per sopravvivere il tuo corpo ha bisogno di nutrimento. Assicurati di assumere un ampio quantitativo di antiossidanti, vitamine e minerali attraverso i succhi di frutta e verdura.
Non prolungare il digiuno oltre pochi giorni. In caso contrario condurrai il tuo corpo verso la malnutrizione e la morte. Il digiuno è uno strumento solo temporaneo utile ad azzerare il corpo, non è stato concepito come stile di vita.


2 Evita la caffeina. Alimenti e liquidi che contengono caffeina aumentano l’ossalato di calcio o acido urico nei reni, e talvolta possono condurre a coliche renali. La caffeina costringe i reni allo sforzo e ad un lavoro aggiuntivo, riducendo un’eliminazione delle scorie efficace. Ecco perché bere solo acqua è la miglior scelta disponibile.

Non dimenticare che anche alcuni tè e varietà di cioccolato contengono caffeina, non solo le bevande gassate. Anche il rabarbaro contiene caffeina. Prima di assumere qualsiasi alimento o bevanda, informati e assicurati che ne siano privi.
Posta un commento

Facebook Seguimi