28 settembre 2015

PROTESTE DI PIAZZA IN POLONIA CONTRO ARRIVO DI MIGLIAIA DI FALSI RIFUGIATI, IL GOVERNO CHIEDE SIANO CHIUSE FRONTIERE UE



LONDRA - Ai polacchi non va proprio giu' l'idea di dover accogliere decine di migliaia di falsi rifugiati provenienti da medio oriente e Africa e per questo sabato scorso molti di essi sono scesi in piazza a Katowice, una citta' del sud ovest della Polonia.

La manifestazione, organizzata dal gruppo nazionalista All Polish Youth (giovani di tutta la Polonia), ha visto la partecipazione di molte migliaia di persone le quali hanno protestato contro la decisione del governo polacco di accogliere duemila rifugiati.

Michal Novak, rappresentante di questa organizzazione, ha accusato il governo polacco di seguire ciecamente i diktat della UE senza tenere conto della volonta' dei cittadini polacchi e ha anche criticato la stampa di mentire su questo tema negando il fatto che queste persone sono emigranti che arrivano per ragioni economiche.

Tra i partecipanti alla protesta c'erano anche membri dei partiti d'opposizione e lo stesso giorno ci sono state manifestazioni anche in altre citta'.

Tali proteste sembrano aver avuto qualche effetto visto che il ministro degli esteri polacco Grzegorz Schetyna pur dichiarandosi favorevole ad accogliere piu' immigrati preferirebbe che le frontiere della UE fossero chiuse.

Sara' interessante vedere cosa fara' il governo polacco nei prossimi giorni ma quel che e' certo e' che i cittadini polacchi sono pronti a lottare per salvare la loro nazione.

Come al solito la stampa di regime ha censurato questa notizia perche' darebbe fastidio alla nostra classe politica al potere ma noi non ci stiamo e invitiamo i nostri lettori a cliccare su questo link per vedere i video di questa protesta nella speranza che gli italiani prendano esempio e facciano lo stesso:

http://www.rt.com/news/316612-poland-rally-migrant-crisis/ 

GIUSEPPE DE SANTIS 
Posta un commento

Facebook Seguimi