07 settembre 2015

“La felicità è una direzione, non una destinazione”

“La felicità è una direzione, non una destinazione”

“La felicità è una direzione, non una destinazione”

Le ultime parole di Athena, 13 anni, che si è spenta per un tumore alle ossa: “Non c’è bisogno di piangere, perché so che sarete sempre al mio fianco”.

13 anni e una coscienza quasi adulta, scritta in 3000 parole con un pennarello dietro allo specchio della sua cameretta. E’ il testamentospirituale di Athena Orchard, un tumore alle ossa l’ha portata tra le braccia del Signore.

Un inno alla felicità
La sua è un’esaltazione sincera alla felicità, alla forza, all’amore. I suoi genitori, come scrive Huffington Post il 5 giugno, hanno trovato il messaggio mentre con immenso dolore facevano ordine tra gli oggetti della bambina. “E’ stato straziante e allo stesso tempo sorprendente scoprire i pensieri più intimi di Athena” hanno raccontato al Daily Mail. “La felicità […]. Forse non è la fine del percorso, ma il percorso stesso”, le prime parole della lettera. “La felicità è una direzione, non una destinazione”.

Nelle sue parole c’è grande spazio per l’amore. L’obiettivo, il significato della vita: l’amore. “L’amore è raro, è come il vento: si può sentire, ma non si può vedere.” Quasi a dire che l’essenziale è invisibile agli occhi. “La vita è un gioco per tutti e l’amore è il premio”, scrive Athena. “Siate felici, siate liberi: è l’unico modo per rimanere per sempre giovani”. E concludeva: “Non c’è bisogno di piangere, perché so che sarete sempre al mio fianco”. E di sicuro ora sta pregando dal Cielo per i suoi cari.

Athena come Stephen Sutton
Una testimonianza toccante che ricorda la storia di Stephen Sutton il giovane decedeuto per un cancro che aveva commosso il mondo intero per la sua sensibilità umana “Utilizzerò il tempo che mi rimane come un’opportunità per arricchire la mia vita e, cosa più importante, per provare a migliorare quella altrui grazie alla raccolta fondi e alla prevenzione del cancro negli adolescenti” aveva detto poche settimane prime di morire.

Posta un commento

Facebook Seguimi