10 settembre 2015

In un mese la Cina si è sbarazzata di 94 miliardi di dollari dalle riserve di valuta estera

In un mese la Cina si è sbarazzata di 94 miliardi di dollari dalle riserve di valuta estera

Le scorte di 3557 miliardi diminuiranno di circa 40 miliardi al mese per il resto del 2015. Bloomberg

Poco dopo la mossa della People's Bank of China di svalutare lo yuan, la Cina ha venduto da qualche parte circa 100 miliardi di buoni del Tesoro USA nel giro di sole due settimane. A luglio, invece, il blog americano ZeroHedge aveva notato che la Cina aveva scaricato già ben 143 miliardi di dollari in buoni del Tesoro USA in tre mesi via Belgio, lasciando la Goldman senza parole per una volta. 

Lunedì i dati ufficiali hanno confermato che la Banca Popolare Cinese si è sbarazza di oltre 94 miliardi di dollari dalle riserve di valuta estera nel solo mese di agosto, portandole a 3557 miliardi. Le riserve in valuta estera cinese erano 3710 miliardi di dollari nel maggio 2015. 


“La Banca Popolare della Cina scarica dollari e acquista yuan per sostenerne il tasso di cambio, una politica che ha ridotto di 315 miliardi di dollari le riserve valutarie negli ultimi 12 mesi. Le scorte di 3650 miliardi diminuiranno di circa 40 miliardi al mese per il resto del 2015, secondo le stime di un’indagine di Bloomberg. Strategicamente e probabilmente è intenzione della Cina trovare il momento giusto per alleggerire l’eccessivo cumulo di titoli del Tesoro USA”.

Posta un commento

Facebook Seguimi