29 settembre 2015

IL CANADA PORTATO IN GIUDIZIO PER AVER CERCATO DI ABBASSARE IL PREZZO DEL MEDICINALE PIÙ COSTOSO DEL MONDO

IL CANADA PORTATO IN GIUDIZIO PER AVER CERCATO DI ABBASSARE IL PREZZO DEL MEDICINALE PIÙ COSTOSO DEL MONDO
Sputnik News riporta un esempio di quello che potrà accadere anche in Europa con l’adozione del famigerato TTIP, l’accordo di libero scambio euro-atlantico: il Canada è stata citato in giudizio dalla società produttrice del costosissimo farmaco Soliris – l’unico in grado di alleviare alcune gravi anomalie del sangue – per aver cercato di abbassarne il prezzo. L’azienda sta cercando di forzare il Canada ad adottare la – inesistente – politica dei prezzi statunitense sui farmaci sulla base dell’accordo di libero scambio NAFTA (North American Free Trade Agreement) – anche se il Canada, alla firma dell’accordo, si era riservato il diritto di controllare i prezzi in cambio del riconoscimento dei brevetti dei medicinali.

da Sputnik, 26 settembre 2015

La società farmaceutica statunitense dietro quello che è stato chiamato il farmaco più costoso del mondo ha presentato una denuncia contro il governo canadese, per aver cercato di rendere la cura più accessibile ai pazienti.

Alexion Pharmaceuticals Inc., meglio conosciuta per lo sviluppo di un medicinale altamente specializzato – e altamente costoso -, non è stata affatto contenta degli sforzi delle autorità canadesi per rendere quella cura più accessibile ai pazienti, e per attenuare l’onere finanziario sostenuto dallo stato nell’aiutare i pazienti a pagare la cura.
La società ha presentato una mozione alla Corte Federale, sostenendo che il Canada non ha l’autorità per costringere Alexion ad abbassare i suoi prezzi.

Il farmaco in questione è il Soliris, ed è assolutamente necessario per il trattamento di due rare anomalie del sangue che, secondo le statistiche, interessano solo una persona su un milione. Le malattie, conosciute come emoglobinuria parossistica notturna (EPN) e sindrome emolitico-uremica atipica (UTA), distruggono i globuli rossi, con conseguente anemia, coaguli di sangue, collasso degli organi e morte.

Anche se Soliris non è una panacea, stimola il corpo umano a combattere queste malattie, estendendo l’aspettativa di vita e alleviando le sofferenze.
Il problema è che, al prezzo corrente del farmaco, la terapia per le persone colpite da queste malattie può essere estremamente costosa. Ad esempio, un anno di terapia in Canada costa circa $ 700.000, ed i pazienti devono assumere il farmaco a tempo indeterminato, il che significa costi per un’intera esistenza che arrivano a milioni di dollari. Non tutte le province canadesi hanno programmi che sovvenzionano la prescrizione, e ci sono criteri diversi in diverse giurisdizioni che i pazienti devono soddisfare per qualificarsi per la copertura, ha riportato CBC.

Il Consiglio canadese per il Controllo del Prezzo dei Medicinali Brevettati (Patented Medicine Prices Review Board) ha osservato che il prezzo del Soliris in Canada è uno dei più alti in tutto il mondo, e ha messo in dubbio il costo del farmaco lanciando una serie di audizioni in materia, sperando in parte di costringere Alexion a rimborsare Ottawa per i successivi sovrapprezzi. Tuttavia Alexion ha risposto con una contro-richiesta, con l’obiettivo di impedire al Review Board di procedere.
Soliris è l’unico farmaco prodotto da Alexion, che ha generato un fatturato di più di 6 miliardi di dollari nell’arco degli ultimi otto anni.

La questione potrebbe stabilire quello che molti vedono come un pericoloso precedente. Nel caso in cui Alexion vinca la causa, dicono gli esperti, il Canada potrebbe perdere la capacità di controllare i costi dei farmaci brevettati in tutta la nazione.

“E’ la singola minaccia più grande mai posta alla politica dei prezzi dei medicinali in Canada” ha detto a CBC News Amir Attaran, professore all’Università di Ottawa specializzato in legislazione sanitaria.

Posta un commento

Facebook Seguimi