10 settembre 2015

Il 14% delle famiglie statunitensi non ha cibo a sufficienza per una vita sana

Il 14% delle famiglie statunitensi non ha cibo a sufficienza per una vita sana

17,4 milioni di famiglie americane vivono nell'insicurezza alimentare

Secondo il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti, 17,4 milioni di famiglie americane non hanno "abbastanza cibo per una vita attiva e sana".

Più dell' 80 per cento degli intervistati ha dichiarato di essere affamato, ma di non poter mangiare perché non poteva permettersi il cibo.

Il rapporto per il 2014, pubblicato ieri, ha rilevato che la maggior parte delle famiglie americane (86 per cento) ha accesso a cibo sufficiente per tutto l'anno. Tuttavia, una minoranza di famiglie (14 per cento, o 17,4 milioni) vive nell'insicurezza, il che significa che il loro accesso al cibo è stato limitato dalla mancanza di denaro o altre risorse.

Oltre l'80 per cento delle persone che vive nell'insicurezza alimentare ha ammesso di non avere risorse a sufficienza per comprare cibo sufficiente a coprire il fabbisogno di un mese, e oltre il 75 per cento ha riferito che non poteva permettersi un pasto equilibrato.

Il Ministro dell'Agricoltura Tom Vilsack ha detto che la relazione è un riflesso dell'economia e ha osservato che "due milioni in meno di persone vivono oggi in uno stato di insicurezza alimentare rispetto al 2011."

"Questo rapporto ... riflette la continua importanza dei programmi contro la povertà e sulla nutrizione, tra cui SNAP e pasti scolastici sani, che aiutano a limitare l'aumento del dato sulll''insicurezza alimentare", ha aggiunto in un comunicato.

Mentre c'è stato un calo nelle famiglie che hanno spetimentato l'insicurezza tra il 2011 e il 2014, da un picco del 14,9 per cento al 14 per cento, la percentuale annua di famiglie che viveva in situazione di insicurezza alimentare prima della crisi finanziaria del 2008 aleggiava intorno all'11 per cento.

"Situato nel contesto della nostra ripresa economica, [i numeri] sono devastanti," ha commentato Billy Shore, fondatore di Share Our Strength, alla CNN. "Wall Street ha recuperato. L'industria automobilistica ha recuperato. Gli americani affamati sono rimasti quasi esattamente nello stesso numero"

Il rapporto ha anche evidenziato le disparità razziali dell'insicurezza alimentare. Mentre il 10,5 per cento delle famiglie bianche ha sofferto di insicurezza alimentare lo scorso anno, il numero raddoppiava per le famiglie ispaniche (22,4 per cento), e ha colpito il 26,1 per cento delle famiglie nere. I più colpiti sono stati le famiglie con reddito al di sotto del livello federale di povertà (poco più di $ 24.000 per una famiglia di quattro persone), le famiglie con i bambini composte da donne o uomini single, donne che vivono da sole, e le famiglie situate in zone rurali.

Anche se molti di questi nuclei familiari ricevono benefici alimentari federali e forniture di emergenza da parte delle banche alimentari, Politico sostiene che molti dei benefici alimentari, come SNAP, sono disponibili in una somma forfettaria ogni mese, e spesso le famiglie sono a corto di cibo alla fine del mese. Nell'ambito del programma SNAP, una famiglia su quattro riceve un assegno mensile di 649 $.

"Questo rapporto riflette anche [l'importanza continua] degli sforzi per migliorare l'occupazione e la formazione di programmi che aiutano le persone a basso reddito ad acquisire le competenze necessarie per trovare un buon lavoro in modo da poter acquistare una quantita di cibo sano sufficiente per le loro famiglie", ha detto Vilsack.

I risultati provengono dall'indagine annuale dell'USDA su oltre 43.000 famiglie dal titolo La sicurezza alimentare delle famiglie. Il rapporto monitora la portata e la gravità dell' insicurezza alimentare negli Stati Uniti, e si basa su un campione rappresentativo dei 124 milioni di famiglie del paese.
Posta un commento

Facebook Seguimi