21 settembre 2015

Germania: L’Afd no euro in testa nei sondaggi. Capolinea Europa?

Germania: L’Afd no euro in testa nei sondaggi. Capolinea Europa?

STA MUTANDO VELOCEMENTE E IN MODO RADICALE, L’ORIENTAMENTO POLITICO IN GERMANIA E PER LA CANCELLIERA ANGELA MERKEL SONO DOLORI. IL SUO GOVERNO POTREBBE CADERE.

In Sassonia il partito euroscettico “Alternativa per la Germania” ha ormai raggiunto i consensi dell’Spd, superando anche il partito di destra Npd. Una sorpresa? “Niente affatto”, scrive in un’analisi il “die Welt”: “Strano sarebbe stato se AfD non avesse conquistato consensi di fronte a una crisi migratoria senza precedenti”, e in effetti lo stesso scenario potrebbe presentarsi in altri lander.

L’entrata di AfD nei parlamenti regionali di Magonza e Stoccarda potrebbe paradossalmente giovare alla CDU della cancelliera Angela Merkel perchè, in quel caso, sfumerebbe lo scenario di una maggioranze rosso-verde (Spd, Verdi), ma sarebbe la classica “vittoria di Pirro” che conduce a una sconfitta epocale.

La condizione perchè tale scenario si concretizzi, infatti, e’ che anche alle prossime elezioni la CDU rimanga forte, e ciò sarà possibile solo se i suoi elettori avranno la sensazione che la Merkel possa risolvere la crisi dei rifugiati che sempre più cittadini attribuiscono proprio alle sue incaute dichiarazioni pubbliche, che hanno dato l’idea che la Germania avesse spalancato le porte all’arrivo di disperati da ogni dove. Cosa che puntualmente sta accadendo.

Tanto è vero, che secondo un calcolo approssimativo ma attendibile nei grandi numeri, non meno di 250.000 migranti arrivati in Germania dovranno essere espulsi, non avendo i requisiti per ottenere lo status di rifugiati.

In ogni caso, se i risultati delle elezioni in Sassonia dovessero portare a un successo di AfD e un calo del partito della Merkel, non sarebbe più una semplice questione regionale, ma “un segnale alla politica mondiale del calo dell’influenza politica della Cancelliera” scrive il più autorevole quotidiano conservatore tedesco.

Già oggi i media statunitensi, guardando alla campagna anti-immigrazione di Donald Trump, speculano sulle possibili conseguenze di un rafforzamento di AfD in Germania. Dopo l’iniziale esitazione, adesso nella questione immigrazione Merkel “lascia perlomeno intravedere una incondizionata determinazione morale”. Tuttavia, a pochi mesi dalle elezioni di primavera, ancora non si intravedono soluzioni pratiche: e proprio questo limite potrebbero dimostrarsi il tallone d’Achille della Cancelliera tedesca.

In concreto, alle elezioni in Sassonia se trionferà AfD come tutti i sondaggi indicano, si aprirà una crisi violenta all’interno della CDU della cancelliera Merkel, e già ora molti esponenti CDU avvertono che la “leadership” della signora Merkel sarà “messa in discussione”. Un modo elegante per dire che cadrà.

Fonte: ilnord

Tratto da: L’Euroscettico
Posta un commento

Facebook Seguimi