12 settembre 2015

Enzo Vincenzo Sciarra "Chi gestisce le paure trova consenso"


Enzo Vincenzo Sciarra 

"Chi gestisce le paure trova consenso"

Silvia Sardone, consigliere del comune di Milano della zona 2 di Forza Italia, cagnolino del Cav. S.B. Si è presa la licenza di volantinaggio nella zona 2 di milano, distribuendo un volantino terroristico, in tutti i quartiera: Adriano, via Padova e Ponte Nuovo, con uno slogan minaccioso contro le categorie meno abbienti, con la scusa del degrado, la sicurezza, sgombero di campi rom, installare telecamere per la sorveglianza, pattugliamento dell'esercito e polizia, inoltre chiusura dei locali notturni e chi più ne ha più ne metta. 

Sta terrorizzando i quartieri solo per prendere consensi. 

Una persona senza un briciolo di umanità, non si cura dell'aspetto psicologico che sconvolge i cittadini, inducendoli ad un comportamento razzistico, si ad odiare il disperato, l'affamato, il disoccupato, i senza tetto. Una donna senza moralità, non conosce la vergogna. 
Ieri girava per Milano nella zona 2, con un bambino e il suo compagno, fermandosi nei bar della zona 2, distribuiva bigliettini da visita e chiedere in cambio il loro consenso e approvazione per la sua vergognosa iniziativa, pretendendo ipocritamente di essere avvisata in caso di cattiva convivenza sociale del quarieri. Basta continuare a cavalcare le paure. Sono indotte dal sistema schifoso, per poi gestirle, e usarci a loro sporco comodo e convenienza, non si può aver paura dell'affamato, del disperato, del disoccupato, dei 9MLN di poveri che sono sotto la soglia di povertà, sappiamo chi ci affama e ci mette in una condizione di perenne paura, solo per prendere voti, sedersi su quella maledetta poltrona, e non schiodarsi più. SVEGLIAMOCI GENTE!!!!

La paura è un'emozione primaria, comune sia al genere umano sia al genere animale. La paura è un'emozione dominata dall'istinto (cioè dall'impulso) che ha come obiettivo la sopravvivenza del soggetto ad una suffragata situazione di pericolo; irrompe ogni qualvolta si presenti un possibile cimento per la propria incolumità, e di solito accompagna ed è accompagnata da un'accelerazione del battito cardiaco e delle principali funzioni fisiologiche difensive. Principali controffensive alla paura possono essere: intensificazione delle funzioni fisiche e cognitive teoretiche con relativo innalzamento del livello di accortezza difficoltà di applicazione intellettiva fuga protezione istintiva del proprio corpo (cuore, viso, organi genitali) ricerca di aiuto (sia articolato, sia racchiuso) calo della temperatura corporea sudorazione aumento adrenalinico aumento dell'ansia La paura è talvolta causa di alcuni fenomeni di modifica comportamentale permanenti, identificati come sindromi ansiose: ciò accade quando la paura non è più scatenata dalla percezione di un reale pericolo, bensì dal timore che si possano verificare situazioni, apparentemente normalissime, ma che sono vissute dal soggetto con profondo disagio. In questo senso, la paura perde la sua funzione primaria, legata alla naturale conservazione della specie, e diventa invece l'espressione di uno stato mentale. La paura di oggetti o contesti può essere appresa; negli animali questo effetto è stato studiato e prende il nome di paura condizionata, che dipende dai circuiti emozionali del cervello.
Posta un commento

Facebook Seguimi