30 settembre 2015

Ennesima strage di civili in Yemen missili su un matrimonio: l’Arabia Saudita responsabile di 135 morti civili


IL CONFLITTO DIMENTICATO IN YEMEN HA GIÀ CAUSATO LA MORTE DI CIRCA 2.100 CIVILI, SECONDO LE STIME DELLE NAZIONI UNITE.

Sale a 135 il numero delle vittime causate da due attacchi da parte della coalizione guidata dall’Arabia Saudita contro i ribelli huti che hanno preso il controllo dello Yemen. Le vittime erano civili che partecipavano ad un matrimonio nei pressi della città yemenita di Mocha. Lo riporta Reuters.

I servizi di sicurezza yemeniti hanno dichiarato che gli attacchi aerei della coalizione contro i ribelli sciiti del paese guidati dall’Arabia Saudita hanno colpito una festa nuziale. Un funzionario del governo yemenita ha precisato che gli attacchi sono stati lanciati “per errore”.

Fonti vicine a Riyadh respingono la responsabilità del regno saudita. Riporta sempre Reuters le parole del portavoce della coalizione, il generale di brigata Ahmed al Asseri: “Non ci sono state operazioni aeree della coalizione nella zona negli ultimi tre giorni. Questa informazione è completamente falsa”,

I residenti del villaggio in cui ha avuto luogo l’attacco hanno dichiarato alla stampa locale lunedi che due missili hanno strappato le tende allestite in paese, nei pressi dell’antico porto di Mocha, durante una cerimonia nuziale.

Il conflitto in Yemen ha già causato la morte di circa 2.100 civili, secondo le stime delle Nazioni Unite.

Posta un commento

Facebook Seguimi