26 agosto 2015

Siria: è iniziata la distruzione dell’antica città di Palmira


Lo Stato Islamico e la distruzione dei siti archeologici,"Una catastrofe immane" Al di là degli ovvi aspetti legati alla sicurezza, le razzie del patrimonio archeologico in Iraq e Siria e la distruzione di siti di enorme importanza storica come quello di Nimrud rappresentano un danno enorme all'identità culturale non solo di quell'area, ma dell'umanità intera. Il sito archeologico, dichiarato Patrimonio Mondiale, poteva essere salvato solo dall’esercito siriano, che in questi ultimi giorni ha riconquistato, seppur a fatica, alcune aree vicine a Palmira, regioni chiave, ricche di giacimenti di petrolio e di gas. Ma grazie al Qatar, alla Turchia e alla complicità della Casa Bianca che, se da un lato si dichiara contro l’Isis, dall’altra, tramite i suoi alleati (Qatar e Turchia) lo finanzia per la sua ottusa guerra contro Assad.
Posta un commento

Facebook Seguimi