04 agosto 2015

"Ci potrebbe essere un colpo di stato militare": i "nazisti" ucraini minacciano di rovesciare il governo

Ci potrebbe essere un colpo di stato militare: i nazisti ucraini minacciano di rovesciare il governo

Per il leader di Settore Destro "la rivoluzione di Maidan non è stata completata"

"Ci potrebbe essere un colpo di stato militare."

Questa valutazione piuttosto inquietante della situazione politica in Ucraina viene da un combattente di Settore Destro che ha parlato con il Financial Times la settimana scorsa. 

Come il Battaglione di Santa Maria (la milizia, che recentemente si è impegnata a creare i "talebani cristiani" e insiste sul fatto che "Mosca deve bruciare"), Settore Destro è uno dei tanti battaglioni di volontari che lottano per sbaragliare i separatisti in Ucraina orientale. 

Come spiega Justin Raimondo di Antiwar , "Settore Destro e le altre milizie alleate di estrema di destra sono il nucleo delle operazioni militari di Kiev contro le regioni orientali. Settore Destro ha svolto un ruolo di primo piano durante la rivoluzione di Maidan, stando in prima linea contro le ampiamente temute forze speciali Berkut fedeli a Yanukovich".

Ora, mentre il successo della campagna 'anti-terrorismo' è sempre più in dubbio, Kiev è sempre meno disposta a pagare il prezzo elevato di placare i suoi, sempre più "fastidiosi, pretoriani"

FT raccontarla che questi "fastidioso pretoriani" potrebbero rovesciare il governo in quella che il leader di Settore Destro Dmytro Yarosh definisce una "nuova fase della rivoluzione ucraina."

Il problema, secondo i capi dei battaglioni, è che la rivoluzione semplicemente non ha inaugurato molti cambiamenti, e questo fondamentalmente perchè tutti i "patrioti" sono impegnati a difendere il paese da una sollevazione sostenuta dal Cremlino. "La rivoluzione di Maidan è stata interrotta dall'aggressione (a est) e i patrioti hanno lasciato Maidan e sono andati ad est per proteggere l'Ucraina. Solo il 10 per cento delle persone in posizioni di potere sono nuove;. Il resto sono le stesse che seguono gli stessi schemi del passato", ha detto a Reuters Serhiy Melnychuk, deputato e fondatore di un battaglione di volontari. 

Ma in qualche modo, la figura di Melnychuk chiarisce perché le milizie di volontari e il loro ordine del giorno sono così pericolose. "Il Battaglione Aidar è stato accusato da Amnesty International di aver commesso crimini di guerra e al suo leader], il parlamentare Serhiy Melnychuk, è stata revocata l'immunità ed è stato accusato di sequestro di persona, minaccia, e affiliazione ad una banda criminale".

Tra i contingenti di volontari, Settore destro spicca e anzi, i suoi combattenti sono molto rispettati da alcuni soldati dell'esercito ucraino regolare.

Come vi abbiamo già riportato: "Petro Poroshenko e Dmitro Yarosh sono ai ferri corti. Il leader del Pravij Sektor, il movimento di estrema destra accusato da molti di simpatie neo-naziste, nei giorni scorsi ha attaccato duramente il presidente ucraino, con il quale il rapporto si è freddato improvvisamente dopo gli eventi di Mukachevo di due settimane fa, quando si sono registrati scontri, con tanto di vittime e feriti, tra la polizia e i militanti del movimento guidato da Yarosh. «In questo momento non escludiamo la possibilità di chiedere le dimissioni del presidente Poroshenko, lo scioglimento della Rada e il ricorso a nuove elezioni», ha affermato Yarosh qualche giorno fa durante una conferenza stampa, accusando Poroshenko di non aver cambiato la situazione del paese dopo la rivoluzione di un anno e mezzo fa.

Il leader del Pravij Sektor è tornato a ribadire il concetto con parole ancora più forti. «Per noi la rivoluzione di Maidan non è stata completata – ha detto – perché c’è bisogno di proseguire la strada dei cambiamenti rivoluzionari nel sistema statale. Questa vecchia-nuova squadra che è al timone non è in grado di realizzare le riforme sociale, questo vale per le attività del presidente, del governo e del Parlamento». Parole dure, che alle orecchie di Petro Poroshenko sono suonate come un campanello d’allarme. Il presidente ucraino, infatti, sa chefronteggiare un’eventuale rivolta dei movimenti estremisti (stanno crescendo a dismisura in questo periodo, vista anche la forte crisi socio-economica) sarebbe un problema difficile da risolvere, essendo tutte le risorse impiegate in Donbass per combattere i separatisti filorussi."

Ecco FT :

L'ossessione di Mosca dei media ha portato alcuni funzionari ucraini a suggerire in privato che Settore Destro potrebbe essere stato penetrato dai servizi segreti russi come un progetto sovversivo volto a minare il governo.

Il sostegno popolare per il gruppo rimane basso, anche se un sondaggio ha rilevato che era salito dal' 1,8 per cento dello scorso ottobre al 5,4 per cento del mese di luglio.

Mentre le intenzioni di Settore Destro non sono ancora chiare, certamente vale la pena notare che l'Ucraina sembra essere diretta verso un destino simile a quello che ha colpito molti stati interessati dalle "rivoluzioni deomcratiche" incoraggiate dagli Usa.

Per concludere, la seguente citazione da un "istruttore" di Settore Destro che ha parlato a FT:

"Avendo vissuto in Europa, mi rendo conto che spesso si confonde il nazismo con il nazionalismo, che per noi ucraini è più simile al patriottismo. Non si tratta di considerare il proprio gruppo etnico come superiore, ma essere fieri di farne parte e difendere la vostra nazione."
Posta un commento

Facebook Seguimi