21 luglio 2015

Wikileaks: "La NSA ha aiutato la CIA a sequestrare e torturare impunemente"

Wikileaks: La NSA ha aiutato la CIA a sequestrare e torturare impunemente

La National Security Agency (Nsa) ha spiato per anni il ministro tedesco degli Esteri, Frank-Walter Steinmeier

Nuovi documenti di Wikileaks hanno rivelato che per anni la CIA ha rapito e torturato persone con il tacito appoggio della National Security Agency (NSA) e di alcuni governi europei.

Lunedì Wikileaks ha pubblicato le prove che la NSA ha spiato il ministro degli Esteri tedesco, Frank-Walter Steinmeier, insieme ad altri 20 funzionari dello stesso ministero tedesco. Come ha rivelato l'organizzazione fondata da Julian Assange, le attività di spionaggio nei confronti queste persone sono iniziate prima dell'attacco terroristico dell'11 settembre: vale a dire dal 1998.

Prima di diventare ministro degli Esteri nel 2005, Frank-Walter Steinmeier ha lavorato come capo della Cancelleria (Capo di Gabinetto), nel governo del cancelliere Gerhard Schroeder, dove era responsabile del coordinamento dei lavori delle agenzie di intelligence tedesche . Nel 2004, nel corso di questo mandato, il cittadino tedesco Khaled El-Masri è stato rapito dalla CIA e portato in una prigione segreta in Afghanistan, dove è stato interrogato e torturato per quattro mesi. Infine, la Cia si rese conto che aveva sequestrato il 'El-Masri sbagliato' e ha abbandonato l'uomo in una strada desolata dell'Albania per cercare di coprire le sue attività illegali. 

"La pubblicazione di oggi indica che la NSA è stato utilizzato per aiutare i rapimenti impuniti e le torture della Cia . Per anni la CIA ha rapito e torturato persone, in modo sistematico, con la tacita complicità dei governi europei ", ha scritto Julian Assange .

Le intercettazioni principali della NSA fanno riferimento al ministro degli Esteri Steinmeier, dopo la sua visita ufficiale negli Stati Uniti il 29 novembre 2005 per incontrare il suo omologo statunitense, il Segretario di Stato Condoleezza Rice. Secondo le intercettazioni, Steinmeier "sembrava sollevato di non aver ricevuto alcuna risposta definitiva del Segretario di Stato alle notizie della stampa circa i voli della CIA dalla Germania alle prigioni segrete nell'Europa orientale che sarebbero state utilizzati per interrogare sospetti terroristi"

La visita è venuta nel contesto di un crescente scandalo in Europa in relazione ai voli di trasferimento illegali della CIA che, secondo diversi media, utilizzavano le infrastrutture aeroportuali dei paesi partner dell'Europa. In questi voli molti cittadini e residenti europei sono stati rapiti fuori da qualsiasi procedura legale e portati in prigioni segrete per essere torturati impunemente. I governi europei hanno negato le accuse, mentre hanno collaborato con gli Stati Uniti affermando di aver ricevuto confidenziali "assicurazioni diplomatiche" da Washington che non stava conducendo alcuna pratica illegale. 

Tuttavia, "si è successivamente dimostrato, in numerosi procedimenti giudiziari e delle commissioni d'inchiesta, che si trattava di attività illegali", ha sottolineato WikiLeaks. Così, nel 2007, il Parlamento europeo ha adottato una conclusione su un report di una commissione speciale d'inchiesta che ha rivelato che la Germania, tra gli altri stati, ha aiutato o era a conoscenza dell'esistenza del programma della Cia di detenzioni e trasferirmento di sospetti terroristi in prigioni segrete .
Posta un commento

Facebook Seguimi