10 luglio 2015

PIANOFORTE PER STRADA (MESSO LI' DAL COMUNE) E DIVENTA UNA STAR DEL WEB (FANTASTICO!)

UN BARBONE SI FERMA A SUONARE UN 


NEW YORK - Donald Gould, un clochard di 51 anni, pensava giusto di 'alzare' qualche dollaro quando si e' seduto ad uno dei pianoforti messi in strada dal comune di Sarasota, in Florida, in modo che ognuno possa suonarli.

Ha posato li' il suo cappello consunto e ha eseguito un brano degli Styx, "Come Sail Away", del 1977: e inaspettatamente, e' stato un successo incredibile, che potrebbe davvero cambiargli la vita.

La sua performance e' stata filmata con un telefonino da un passante che l'ha poi postata su YouTube, il 30 giugno scorso ( PER CHI VOLESSE ASCOLTARLO: https://www.youtube.com/watch?v=JCguq3hTC2M).

Da allora, fino a questa mattina era stata visionata oltre 7,6 milioni di volte. E altre 5,3 milioni di volte su Facebook.

E da allora, scrive il Washington Post, per Donald Gould le cose hanno iniziato a cambiare.

Si e' rasato la lunga barba e tagliato i capelli, e' stato accolto una comunita' temporanea per senzatetto e gli e' stato offerto un conto bancario che ha finora ricevuto donazioni per oltre 35 mila dollari.

E ancora, gli e' stata offerta un borsa di studio per finire gli studi di musica al college ed e' riuscito a mettersi in contatto con suo figlio, che aveva perso di vista molti anni fa.

Donald Gould ha iniziato a suonare il clarinetto sin da bambino. E ancora ha suonato quando era nel corpo dei Marine. E ha anche studiato musica alla Arbor University, in Michigan. Ma poi e' rimasto senza soldi e ha abbandonato gli studi. E poi ha avuto problemi con l'alcol, e con la droga. E ne ha tutt'ora.

Ma ora appare determinato a risolverli. E' determinato ad entrare in un centro di recupero. Lo ha detto anche a suo figlio, Donny, di 18 anni, quando lo ha sentito al telefono.

"Spero che tu riesca a fare un po' di pulizia nella tua vita, cosi' che possiamo rivederci", gli ha detto Donny, secondo quanto ha raccontato ad una tv lo stesso Donald, che gli ha risposto: "spero di farlo nei prossimi giorni, figliolo". 

Una favola che diventa realtà.

Redazione Milano
Posta un commento

Facebook Seguimi