01 luglio 2015

OBAMA DA 7 ANNI AUTORIZZA LO SPIONAGGIO SISTEMATICO DELL'NSA CONTRO I VERTICI ECONOMICI, POLITICI E FINANZIARI FRANCESI

OBAMA DA 7 ANNI AUTORIZZA LO SPIONAGGIO SISTEMATICO DELL'NSA CONTRO I VERTICI ECONOMICI, POLITICI E FINANZIARI FRANCESI



PARIGI - Dopo le intercettazioni ai danni dei politici, quelle a danno delle aziende. Il quotidiano francese "Libèration", in collaborazione con il sito d'informazione "Mediapart" ha pubblicato una nuova massa di documenti rivelati da WikiLeaks che dimostrano l'ampiezza delle operazioni di spionaggio effettuate dai servizi segreti della National Security Agency (Nsa) statunitense a danno delle aziende e degli interessi economici francesi.

Cinque rapporti di sintesi della Nsa mostrano che i responsabili della politica economica della Francia sono stati sistematicamente spiati dal 2002 almeno fino al 2012, quindi sia dall'Amministrazione Bush sia dal democratico e progressista Obama: si tratta di una strategia offensiva messa nero su bianco in un documento segreto che fissa gli obbiettivi prioritari degli Stati Uniti in campo economico. Intitolato "Francia: sviluppi economici", e datato 2012, questa nota costituisce la "dottrina" della Nsa in materia.

La dottrina dell'Nsa punta a raccogliere tutte le informazioni relative alle pratiche commerciali francesi, alle relazioni tra Parigi e le istituzioni finanziarie internazionali, all'approccio della Francia alle questioni legate al G8 ed al G20, nonche' ai grandi contratti internazionali che vedono coinvolte imprese francesi.

Quest'ultimo punto, uno dei piu' sensibili, e' dettagliato in un paragrafo del documento intitolato "Contratti stranieri - studi di fattibilita' e negoziati": alle strutture di intercettazione delle comunicazioni ed agli agenti segreti sul campo viene data istruzione di raccogliere tutte le informazioni possibili sulle commesse internazionali piu' importanti a favore di aziende francesi, in particolare quelle il cui valore e' superiore ai 200 milioni di dollari.

E' del tutto evidente, quindi, che il democratico Obama abbia avuto due volti: uno ufficiale, di amicizia e strette relazioni con il presidente Hollande, l'altro ufficioso, che autorizzava e continua ad autorizzare il sistematico spionaggio della Francia a tutti i livelli.

Sarebbe interessante sapere a questo punto che ne pensa il governo italiano del Pd, così "vicino" ed "amico" del presidente americano Obama.

Redazione Milano
Posta un commento

Facebook Seguimi