27 luglio 2015

Morgan Stanley: "La crisi petrolifera del 2015 sarà molto peggiore di quella del 1986"

Morgan Stanley: La crisi petrolifera del 2015 sarà molto peggiore di quella del 1986

Si avrà un impatto senza precedenti secondo gli analisti e peggiore del 1986 quando i prezzi passarono da 23 a 9 dollari al barile circa.

In precedenza avevano predetto che il crollo dei prezzi petroliferi nel 2015 avrebbero prodotto una crisi comparabile a quella del 1986. Ma ora in un nuovo rapporto ripreso da Bloomberg, gli analisti di Morgan Stanley dichiarano che sarà “molto peggio”.

Gli esperti della banca hanno sottolineato che la ripresa dei prezzi è più lenta del previsto e che, anzi, il declino continuerà per almeno altri tre anni o forse più. Si avrà un impatto senza precedenti secondo gli analisti e peggiore del 1986 quando i prezzi passarono da 23 a 9 dollari al barile circa.

Le azioni delle società petrolifere vengono attualmente scambiate ai livelli che sono tornati ai minimi da 35 anni. Nonostante la forte domanda globale di petrolio e la riduzione degli investimenti, la fornitura nel mercato è notevolmente aumentata. Mentre la produzione degli Stati Uniti ha visto un calo da giugno, l'OPEC ha cominciato a incrementare la produzione, sostengono gli analisti. 

Gli esperti di Morgan Stanley evidenziano un calo di 129 miliardi di dollari nel 2015 in investimenti, che ha determinato un calo del 42 per cento nel numero di impianti di perforazione in tutto il mondo e un licenziamento di oltre 70.000 lavoratori del settore.
Posta un commento

Facebook Seguimi