16 luglio 2015

5 luglio: giorno dell'indipendenza greca; 15 luglio: giorno della dipendenza greca

5 luglio: giorno dell'indipendenza greca; 15 luglio: giorno della dipendenza greca

Il Parlamento greco ha approvato le riforme previste dall’accordo con i creditori

Il Parlamento greco ha approvato, con 229 sì, 64 no e 6 astenuti, le misure di austerità contenute nel disegno di legge presentato dal governo del primo ministro Alexis Tsipras e richieste dai creditori internazionali per concedere alla Grecia i fondi per un terzo piano di "salvataggio" in modo che il paese possa rimborsare i creditori europei, rinunciando così alla sua sovranità, tradendo la fiducia del 61% della cittadinanza che ha votato "no" al referendum del 5 luglio e condannando la maggioranza dei greci a quella che sarà inevitabilmente una depressione economica ancora più profonda. 


La manovra finanziaria di tasse e tagli pari a 3,175 miliardi di euro è stata votata dai parlamentari dell'opposizione di Nuova Democrazia, To Potami, PASOK, e Anel. I deputati di Alba Dorata e i comunisti del KKE hanno votato contro così come 38 esponenti di Syriza: tra loro, l’ex ministro delle Finanze Yanis Varoufakis, il presidente del parlamento Zoe Konstantopoulou e il ministro dell’Energia e della Riorganizzazione produttiva Panagiotis Lafazanis.
Posta un commento

Facebook Seguimi