27 giugno 2015

Dopo gli attentati dell'11 settembre, negli Usa l'estremismo domestico ha causato più morti dell'estremismo islamico

Dopo gli attentati dell'11 settembre, negli Usa l'estremismo domestico ha causato più morti dell'estremismo islamico

Il pericolo dell'estremismo di destra negli Stati Uniti è sottovalutato?

Di volta in volta, il paese che ha lanciato una crociata globale contro l'estremismo jihadista è costretto a guardare dentro i suoi confini per valutare la minaccia rappresentata dall'estremismo di casa propria.

È un processo che si ripete ogni volta che si verifica un attacco come quello della scorsa settimana all'African Methodist Episcopal Church Emanuel di Charleston, nella Carolina del Sud, in cui nove persone sono morte

La minaccia degli islamisti radicali è esagerata? e il pericolo dell' estremismo di destra negli Stati Uniti è sottovalutato?, si interrogano gli esperti.

E non a caso dal momento che dopo gli attentati dell'11 settembre 2001 a New York e Washington, l'estremismo domestico ha causato più morti sul suolo americano che l'estremismo islamico.

Quasi il doppio. 

Le nove persone che sono state uccise da Dylann Roof, ispirato da idee sulla supremazia bianca, si vanno ad aggiungere ad un triste elenco compilato dal centro di ricerca New America, con sede a Washington DC.

Secondo i dati dell'organizzazione, a partire dal 2001, 48 persone sono morte in attacchi da parte degli estremisti di destra, rispetto alle 26 persone che sono cadute vittime di attacchi jihadisti. 


I suprematisti bianchi, i fanatici e altri estremisti non islamici hanno condotto 19 attacchi sul suolo americano in questo lasso di tempo. Al contrario, ci sono stati sette attacchi mortali da parte di militanti islamici.

Il Southern Poverty Law Center (Southern Poverty Law Center), un'organizzazione con sede in Alabama, informa e avverte dei pericoli di un estremismo nazionale fuori controllo.

Dopo gli attentati dell'11 settembre 2001, le agenzie di sicurezza nazionale si sono concentrate sulla minaccia del terrorismo islamico, limitando le risorse pubbliche per la lotta contro i gruppi di odio nazionale.

Prima di Charleston, il caso più recente e drammatico di un attacco da parte di un estremista di destra si è verificato nll'agosto 2012, quando il neo-nazista, ex veterano dell'Esercito, Wade Michael Page è entrato un tempio Sikh in Wisconsin e ha sparato uccidendo sei persone e ferendone altre tre prima di essere ucciso dalla polizia.


Nel mese di giugno 2014, Jerad e Amanda Miller, una coppia con idee neonaziste e forti oppositori del governo, sono entrati in una pizzeria a Las Vegas e hanno ucciso due poliziotti che stavano pranzando. La coppia ha lasciato una svastica sui corpi e una nota che diceva: "Questo è l'inizio di una rivoluzione" . La Miller ha ucciso una terza persona in un negozio vicino.

Per non parlare di un altro caso che sarebbe potuto finire in tragedia ad Austin, Texas, quando Larry McQuilliams ha sparato oltre 100 proiettili contro alcuni edifici governativi, tra cui il quartier generale della polizia e il Consolato del Messico.

I proiettili non hanno colpito nessuno e McQuilliams è stato ucciso da un agente di polizia, che ha impedito il sospetto di far esplodere una bomba che portava con sé.

Gli estremisti nazionali, riuniti sotto l'egida di organizzazioni della supremazia dei bianchi o che agiscono da soli , generalmente condividono il rifiuto delle minoranze, l'ostilità nei confronti del governo e una strenua difesa del concetto di "cittadino sovrano".

Nei loro manifesti o interventi sui social network, spesso denunciano il "genocidio dei bianchi" , presentandosi come vittime.

Chi sono i bersagli dei loro attacchi? Gli agenti di polizia, membri delle minoranze razziali, religiosi e civili casuali.

In un rapporto del 2009, il Department of Homeland Security ha avvertito che la combinazione di una economia debole e l'elezione del primo presidente nero avrebbe potuto scatenare una reazione violenta da parte dei suprematisti bianchi.

Tuttavia, mentre ci sono centinaia di esperti che lavorano nei diversi livelli di governo per svelare le minacce islamiste, ci sono solo decine di analisti federali che monitorano la minaccia nazionale.

Ora, dopo la sparatoria della Carolina del Sud, ci sono state voci che chiedono la stessa determinazione emersa dopo l'attentato di Oklahoma City del 1995 per affrontare il pericolo di avere il nemico in casa
Posta un commento

Facebook Seguimi